Consigli Fantacalcio 2021/2022, i giocatori da acquistare nelle vostre leghe: ecco chi prendere all’asta iniziale

Pubblicato il autore: Davide Roberti Segui


CONSIGLI FANTACALCIO ASTA INIZIALE 2021/2022, I MIGLIORI GIOCATORI PER LE SQUADRE DELLE VOSTRE LEGHE – Si riparte, sta per ricominciare la Serie A: e con la Serie A, chiaramente, ricomincia anche il Fantacalcio. Milioni di appassionati italiani stanno seguendo con attenzione il calciomercato per capire quali giocatori acquistare: nel frattempo, vi diamo noi qualche dritta. Ecco i consigli Fantacalcio 2021/2022 asta iniziale!

Consigli Fantacalcio 2021/2022: i portieri da acquistare

Juan Musso (Atalanta): il portiere ex Udinese ha lasciato il Friuli. A Bergamo, la dirigenza dell’Atalanta ha voluto prenderlo per fare il definitivo salto di qualità: l’argentino è sicuramente una garanzia. È vero che l’Atalanta del Gasp subisce molti gol, ma con Musso in porta potrebbero essere molti meno.

Marco Silvestri (Udinese): Da Verona ad Udine, per sostituire il sopracitato Juan Musso. Silvestri ha giocato un’ottima stagione con i gialloblu, seppure un po’ in calo nel finale: punta a fare una grande stagione con l’Udinese, per provare a prendersi un posto tra i convocati per Qatar 2022. Buon acquisto low cost per il ruolo di portiere.

Rui Patricio (Roma): I giallorossi non hanno una difesa di ferro, il portoghese non è un fenomeno assoluto del ruolo: ma c’è Jose Mourinho, che tendenzialmente è una buona garanzia per evitare caterve di gol subiti. Magari meno ambito dei “banali” Szczesny o Handanovic, ma potrebbe essere un buon portiere per la vostra squadra del Fantacalcio.

Mike Maignan (Milan): Non è facile raccogliere l’eredità del portiere più forte d’Europa e, probabilmente, del Mondo. Però Maignan ha dimostrato già grande personalità, è entrato nel giro della Nazionale francese, ha vinto la Ligue 1 da protagonista col suo Lille ed è sicuramente un estremo difensore di grande talento. Con una cerniera difensiva così solida, come quella formata da Tomori e Kjaer, il francese può essere davvero un ottimo colpo per la vostra squadra.

consigli fantacalcio

Consigli Fantacalcio 2021-2022: i difensori su cui puntare

Robin Gosens (Atalanta): Altra stagione pazzesca con i bergamaschi, l’esordio con la Nazionale tedesca, gli Europei da protagonista con tanto di premio MVP contro il Portogallo. Listato nuovamente come difensore, visto che, di fatto, è tecnicamente un terzino: segna una decina di reti all’anno, ma è pur sempre un terzino. Senza Hakimi, lui e Theo si giocano la palma di difensore più ambito del Fantacalcio.

Mattia Caldara (Venezia): Dopo anni tra Atalanta e Milan (e Juventus, ma solo per mezza estate), Caldara prova ad abbassare l’asticella per tornare quello di qualche anno fa. A Venezia sarà il leader assoluto della difesa, ma agli ordini del Gasp aveva anche dimostrato quanto possa far bene in zona gol. Consigliatissimo.

Simon Kjaer (Milan): Strepitoso nell’ultimo anno e mezzo, vero leader della difesa del Milan e della Danimarca semifinalista ad Euro2020: l’unico dubbio è la tenuta fisica, visto che gli anni passano e difficilmente riesce a garantire una buona continuità. Magari da acquistare insieme a Romagnoli o Tomori, ma il danese può rivelarsi davvero una macchina da 6,5.

Gabriele Zappa (Cagliari): Buon rendimento e anche 4 assist nella scorsa stagione per il giovane talento dell’Under 21, che quest’anno potrebbe davvero prendersi la scena. Assolutamente consigliato: non a cifre troppo alte, ma è da acquistare.

Alessandro Bastoni (Inter): Campione d’Europa, seppur con una sola presenza ad Euro2020, ma ormai certezza della retroguardia nerazzurra. Con De Vrij e Skriniar forma un’ottima cerniera, ma dei tre Bastoni è quello che potrebbe essere pagato di meno: ha anche il vizietto del gol.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Juventus-Milan: streaming e diretta tv DAZN o SKY?

Zinho Vanheusden (Genoa): Il giovane di proprietà dell’Inter è finalmente pronto per farsi conoscere anche in Serie A. Ottime prestazioni nello Standard Liegi, si è conquistato anche la Nazionale maggiore: ora, col Grifone punta a diventare un titolare inamovibile. Ballardini crede molto in lui, e nella difesa a tre può risultare molto importante.

Stefano Sabelli (Genoa): Arriva per sostituire Zappacosta, impresa complicata. Ma nella stagione 2019/2020, con la maglia del Brescia, il ragazzo scuola Roma aveva mostrato buone cose. Arrivato da svincolato dopo un’altra buona stagione in Serie B con le Rondinelle, Sabelli è un classico esempio di colpo low-cost: basso costo, prestazioni assicurate.

Elseid Hysaj (Lazio): Dopo un paio di stagioni non esattamente da protagonista a Napoli, ritrova il suo mentore Maurizio Sarri, che l’ha fortemente voluto a Roma. Segna poco (anche se ha già timbrato in questo campionato), ma nel 4-3-3 del tecnico toscano può tornare a brillare ed a sfornare assist per Ciro Immobile: insomma, può essere un ottimo acquisto.

Denzel Dumfries (Inter): Un grande Europeo per l’olandese ex PSV, che lo ha portato alle porte di Milano con il compito di non far rimpiangere Hakimi. Il marocchino è un fenomeno, ma Dumfries può fare molto bene nel 3-5-2 di Inzaghi: difensore da bonus assicurati, sia per quanto riguarda i gol che gli assist.

Joakim Mahele (Atalanta): L’anno scorso non ha giocato tantissimo perché c’era Hateboer, ma l’olandese quest’anno è già infortunato. Dopo un grande Europeo con la sua Danimarca, condito anche da due gol, Mahele è pronto a far faville anche nell’Atalanta del Gasp: lui e Gosens, sulle due fasce, possono dar spettacolo.

Danilo (Juventus): La prima stagione a Torino fu da 5 in pagella, ma la seconda è stata da 8. Leader della retroguardia di Andrea Pirlo, anche con Allegri il brasiliano vuole ritagliarsi il suo (ampio) spazio: poiché Cuadrado tornerà verosimilmente a fare l’esterno alto, la fascia destra in difesa sarà tutta di Danilo. Né macchina da gol, né da assist: ma il 6 in pagella arriva quasi sempre.

consigli fantacalcio

Consigli asta fantacalcio 2021-2022: chi prendere a centrocampo?

Roberto Soriano (Bologna): Difficile non consigliarlo, dopo la splendida stagione 2020/2021: 9 gol e 6 assist in 37 partite, numeri fenomenali per il trequartista di Mihajlovic. Quasi sfiorata la Nazionale, Soriano vuole ancora stupire: finché Miha siederà sulla panchina dei felsinei, sarà sempre consigliatissimo.

Federico Chiesa (Juventus): Se non l’avesse vinto Donnarumma, il premio di miglior giocatore degli Europei sarebbe andato a lui: che, peraltro, è stato il migliore anche nella scorsa stagione con la maglia bianconera. 2 gol ad Euro2020, 9 in campionato, 4 in Champions League, 2 in Coppa Italia: dopo un’annata da 17 gol e 10 assist tra tutte le competizioni, impossibile non consigliarlo. Quest’anno è il giocatore con il valore più alto a centrocampo nella lista del Fantacalcio 2021 2022.

Roberto Pereyra (Udinese): Senza De Paul, finito all’Atletico Madrid, le chiavi della trequarti friulana saranno affidate a lui, ed eventualmente a Deulofeu. Pereyra, dopo una buonissima stagione da 5 gol e 7 assist, è chiamato a fare ancora di più: consigliato, può essere un top player lì in mezzo. Infine, va scelto perché sarà lui uno dei rigoristi in Serie A per il fantacalcio.

Gianluca Busio (Venezia): In MLS, il ragazzino classe 2002 è stato un perno dello Sporting Kansas City per almeno tre anni, sin dal 2018. Insomma, personalità e qualità ne ha sempre avuta: visti i suoi numeri negli Usa, se sarà titolare è un giocatore da 5 gol e 5 assist. È una scommessa, ma può essere vincente.

Leggi anche:  Arriva la bomba: "Cavani è infelice". Ecco le tre squadre su di lui

Mattia Aramu (Venezia): L’anno scorso, insieme al bomber Forte è stato tra i principali artefici della promozione dei lagunari. 10 gol e 6 assist in 39 partite, per un ragazzo che la Serie A l’aveva solo assaggiata con il Torino ma che ora è pronto finalmente a brillare anche in massima categoria.

Piotr Zielinski (Napoli): La scorsa stagione è stata, per il polacco, quella della definitiva consacrazione. Ben 8 gol e 10 assist: il ruolo di trequartista sembra davvero quello giusto per lui, che proprio in questa posizione dovrebbe giocare anche con Luciano Spalletti. Nella vostra asta, probabilmente, costerà tantissimo: ma ne varrà la pena.

Viktor Kovalenko (Napoli): Occhio all’ucraino, gioiellino dello Spezia ma di proprietà dell’Atalanta. Nel 3-4-3 che ha in mente il tecnico Thiago Motta, Kovalenko dovrebbe agire come esterno o come mezzala a centrocampo: ha ottime abilità nel tiro, quindi può essere un’arma letale in una mediana orfana di Pobega.

Nicoló Zaniolo (Roma): Non gioca da un anno, ha saltato gli Europei, è fisicamente fragile: ma nel 4-2-3-1 di Jose Mourinho può diventare semplicemente letale. Le sue qualità non sono mai state messe in dubbio, se quel maledetto ginocchio reggerà potrebbe davvero essere la “sua” stagione.

Felipe Anderson (Lazio): Sono bastate due partite sotto la guida di Maurizio Sarri per capire con che spirito è tornato il brasiliano: sembra imprendibile, e con Immobile e Pedro può davvero formare un trio offensivo devastante. Dopotutto, gioca in attacco ma è listato come centrocampista: occasione imperdibile.

Franck Kessié (Milan): L’ivoriano è ormai il leader massimo della squadra rossonera. L’anno scorso ha segnato tantissimo anche grazie alla grande quantità di rigori di cui ha beneficiato il Milan, ma l’impressione è che possa garantire una bella quantità di reti anche senza questi penalty.

Kevin Strootman (Cagliari)
: Ottimo nella seconda metà del 2020/2021 con il Genoa, dove ha trovato anche buona continuità di rendimento a fronte di un fisico talvolta fragile. Adesso, nel Cagliari, può diventare leader assoluto della mediana, per evitare un’altra stagione complicata per i sardi come quella dell’anno passato.

Hakan Calhanoglu (Inter): Arrivato all’Inter per prendere il posto dello sfortunato Christian Eriksen, il turco da un paio di stagioni sta dimostrando tutto il suo valore. Macchina da bonus, con Inzaghi svolge un ruolo alla Luis Alberto: se otterrà gli stessi risultati, sarà un grandissimo colpo.

consigli fantacalcio

Attaccanti Fantacalcio da prendere all’asta iniziale 2021-2022

Lorenzo Insigne (Napoli): Devastante nella scorsa stagione col Napoli, devastante ad Euro2020. Se resterà ai piedi del Vesuvio rinnovando il suo contratto, l’anno prossimo potrebbe essere davvero un ottimo acquisto per il fantacalcio. È il numero 10 della Nazionale campione d’Europa che si prepara per i Mondiali, serve altro?

Lautaro Martinez (Inter): Nuovo leader nerazzurro dopo l’addio di Lukaku, si affaccia alla nuova Serie A da Campione d’Italia, con la consapevolezza di essere davvero il “comandante” della banda di Inzaghi. L’intesa con Dzeko sarà da valutare, ma le potenzialità per arrivare a 15-20 gol ci sono eccome.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Juventus-Milan: streaming e diretta tv DAZN o SKY?

Luis Muriel (Atalanta): Consiglio probabilmente banale: ma del resto, come si fa a non consigliare un attaccante che nelle ultime due stagioni ha segnato 40 gol giocando solo 26 partite da titolare? Da prendere anche se non giocherà sempre dal 1′ minuto, e da mettere in formazione anche quando il Gasp non lo schiererà titolare.

Joaquin Correa (Inter): Una partita, mezz’ora in campo, due gol: questa la sua presentazione in maglia nerazzurra contro il Verona, al primo match disputato. Ha lasciato la Lazio perché non si sarebbe trovato a suo agio nel 4-3-3 di Sarri: a Milano ritrova Inzaghi e, seppure potrebbe non essere un titolare assoluto (Dzeko e Lautaro partono davanti), non è impossibile che riesca a rubare il posto al bosniaco.

Dusan Vlahovic (Fiorentina): Rimasto a Firenze, può esplodere definitivamente. Già l’anno scorso, soprattutto dopo l’autunno, fu semplicemente devastante, con 21 reti: sicuramente il miglior millennial del nostro campionato. Quest’anno ha cominciato continuando a segnare, è un vero bomber implacabile e macchina da +3.

Nico Gonzalez (Fiorentina): Nelle squadre di Vincenzo Italiano, il gioco si sviluppa spesso dalle fasce laterali: l’argentino, fresco di vittoria della Coppa America da assoluto protagonista, può diventare una chiave importante per i viola. In Germania, 6 gol nell’ultimo campionato, 14 in quello precedente: è giovane, pertanto un po’ anarchico, ma può essere una buona scommessa per l’attacco.

Olivier Giroud (Milan): Magari ci sbaglieremo, ma l’impressione è che lui posa davvero essere l’uomo che sfaterà la maledizione della maglia numero 9 del Milan. Campione del Mondo con la Francia, Campione d’Europa col Chelsea: ha vinto anche un’Europa League con Sarri, segnando tantissimo. Magari non segnerà 20 gol, anche perché di base il titolare sarà Zlatan Ibrahimovic: ma può regalarvi soddisfazioni, come già sta dimostrando in amichevole.

Paulo Dybala (Juventus): Male nell’ultima stagione, frenato da un brutto infortunio al ginocchio a metà gennaio. Eppure Paulo Dybala è un top player assoluto, e con Allegri può ritrovare la giusta forma e la giusta continuità di rendimento: sotto la gestione del livornese, infatti, l’argentino ha quasi sempre segnato tantissimo, quindi c’è la forte speranza di tutti i fantallenatori che possa ripetersi.

Tammy Abraham (Roma): Chiuso da Giroud e Werner nel Chelsea campione d’Europa, il giovane centravanti inglese si è accasato nella Capitale, sponda giallorossa, agli ordini di Jose Mourinho. Nonostante avesse perso il posto a Londra, ha dimostrato più volte di essere capace di segnare tanto ed a ripetizione: deve sostituire Dzeko, si alternerà con Borja Mayoral ma può essere un ottimo colpo.

Marko Arnautovic (Bologna): Lo abbiamo odiato durante Italia-Austria ad Euro2020, quando segnò e poi esultò zittendo i tifosi azzurri a Wembley. Il gol fu poi annullato, lui è tornato a casa ed ha scelto Bologna per tornare in Europa dopo l’avventura in Cina. Sa come far gol, seppure non sia esattamente un centravanti boa statico: ma nel 4-2-3-1 di Mihajlovic può segnare tanto, e riscattare la pessima apparizione italiana con la maglia dell’Inter.

Joao Pedro (Cagliari): 16 e 18 gol nelle ultime due stagioni a Cagliari, che l’hanno reso leader assoluto e capitano dei rossoblu. La salvezza dei cagliaritani dell’anno passato non sarebbe arrivata senza i suoi gol, molto probabilmente: per di più, è anche rigorista. Spesso si puntano attaccanti più blasonati, ma il brasiliano non va dimenticato durante l’asta.

  •   
  •  
  •  
  •