Intervista esclusiva a Massimo Agostini: "Italia di Spalletti tra le prime 4 con Scamacca rivelazione. Al Milan vedo Conceição"

Le parole di Massimo Agostini, intervistato in esclusiva ai nostri microfoni. Tanti le tematiche toccate, dalla Nazionale che a breve si preparerà per i prossimi Europei alla Serie A, con l'Inter fresca di Scudetto. Ecco di seguito le parole di Agostini.

Intervenuto ai microfoni della nostra redazione Massimo Agostini. Ex attaccante tra le tante squadre in cui ha militato di Milan, Roma e Napoli. Si è parlato della Nazionale italiana, che si appresterà a breve a preparare al meglio i prossimi Europei 2024 e della attualità relativa alla Serie A, con l'Inter appena scudettata. Di seguito le parole di Massimo Agostini.

Massimo Agostini, dove potrà arrivare l'Italia di Spalletti secondo lei ai prossimi Europei?

La squadra allenata da Luciano Spalletti ha tutte le qualità per fare un buon Europeo. A sorpresa potrebbe arrivare addirittura tra le prime quattro.

Leggi anche:  Intervista esclusiva a Max Gallo: "Con Chieri vogliamo confermarci tra le grandi. L'Italia di Velasco farà bene"

Chi è la favorita dei prossimi Europei?

In cuor mio spero tanto che sia l'Italia e che ripeta i fasti dell'ultimo Europeo targato Mancini. Ci sono altre due o tre squadre, le solite, dalla Spagna alla Germania passando per l'Inghilterra, che sono super attrezzate per arrivare fino in fondo.

Il giocatore rivelazione dell'Italia? E invece lasciando perdere l'Italia, il giocatore rivelazione dell'Europeo?

Il giocatore rivelazione per l'Italia potrebbe essere Scamacca, che sta tornando protagonista anche nell'Atalanta. La rivelazione dell'Europeo a mio avviso sarà Bellingham dell'Inghilterra, un top player.

Quale sarà la finale di Euro 2024, chi la giocherà secondo lei?

Spero che l'Italia sia protagonista anche in finale e che se la veda o contro l'Inghilterra o contro la Spagna.

Quale profilo potrebbe essere più idoneo per allenare il Napoli nella prossima stagione?

Leggi anche:  Europeo, dal 1980 ad oggi: quanto conta vincere il girone per alzare il trofeo? Quasi la metà delle vincitrici non è arrivata prima nel proprio raggruppamento

Dipende sempre che tipo di squadra vuole fare il presidente. Se prendesse Pioli dal Milan darebbe inizio ad un ciclo nuovo per costruire la squadra che nel giro di un paio di stagioni potrebbe essere pronta per vincere. Se prendesse un Antonio Conte ad esempio o un Conceicao, sarebbe per vincere subito.

Obiettivo concreto della Roma da qui a fine stagione?

Obiettivo massimo è quello di arrivare ad agganciare la zona Champions League, quello minimo sarebbe quello dell'Europa League. Dopo l'arrivo di De Rossi, sognare la zona Champions non è poi così proibitivo.

Parliamo di Milan, chi vede sulla prossima panchina rossonera?

Si parla di Conceição, Rudi Garcia e Fonseca, a mio avviso il nome di Conceição è il più indicato per la panchina del Milan nel post Pioli.

Leggi anche:  Europeo, dal 1980 ad oggi: quanto conta vincere il girone per alzare il trofeo? Quasi la metà delle vincitrici non è arrivata prima nel proprio raggruppamento

Zona retrocessione che diventa sempre più "calda" dopo la vittoria del Sassuolo contro l'Inter. Chi retrocederà secondo lei?

Dopo la Salernitana ormai out, ci sono 4 squadre nel giro di 2/3 punti come Sassuolo, Udinese, Frosinone, Cagliari, Verona ed Empoli. Tutte sono a rischio dopo che si è rimesso in corsa anche il Sassuolo con la bella vittoria sull'Inter. A mio avviso la squadra che potrebbe rischiare di più è l'Empoli.