LIVE Milan-Uefa, Scaroni:”Spero sentenza in tempi brevi, Singer fondamentale per noi”. Probabile una multa per i rossoneri

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

14.20, Milan-Uefa: attesa una multa. La spedizione rossonera ha lasciato Nyon, ora c’è da attendere le decisioni della Uefa. Elliott si aspetta quanto meno una multa dalla Commissione Giudicante. Come si apprende dall’Ansa il club di via Aldo Rossi ha messo  in conto la possibilità di ricevere una pena economica (infatti a bilancio sono stati accantonati circa 18 milioni di euro), e non sono esclusi anche limiti al mercato.

13.00, Milan-Uefa: attesa rossonera. Dovrebbe arrivare nei primi giorni di dicembre la sentenza della Commissione Giudicante della Uefa nei confronti del club di via Aldo Rossi. Questo è il primo vero esame per Elliott, poi si potrà definire la strategia per il mercato di gennaio. Indispensabile per continuare a lottare per la Champions League. 

Leggi anche:  LIVE Lukaku-Chelsea: offerta monstre all'Inter, gli sviluppi minuto per minuto

12.15, Milan-Uefa, le parole di Scaroni. Sky Sport ha intercettato il presidente del Milan a Nyon:Spero che la sentenza arrivi in tempi brevi. La presenza di Gordon Singer è sempre importante per noi”.

12.05, Milan-Uefa: terminato l’incontro a Nyon. E’ Peppe Di Stefano di Sky Sport a comunicare la fine dell’incontro tra i dirigenti rossoneri e la Commissione Giudicante Uefa.

11.30, Milan-Uefa: anche Singer junior a Nyon. Secondo quanto riferisce Sky Sport, è in corso a Nyon l’incontro tra il Milan e la UEFA: la delegazione rossonera è arrivata poco prima delle 9.30 e, oltre a Scaroni, Tuil e Furlani, è presente anche Gordon Singer.

Milan-Uefa, nuovo round a Nyon. Esattamente 4 mesi dopo il Milan è di nuovo al cospetto del giudizio Uefa. Stavolta non c’è Marco Fassone a rappresentare il club di via Aldo Rossi, bensì il presidente (e amministratore delegato ad interim) Paolo Scaroni. Una giornata che può essere cruciale per il futuro prossimo di tutto il Milan. I rossoneri hanno violato il Fair Play Finanziario nel triennio 2014/2017 e per questo dovranno sottostare ad una punizione. L’auspicio è che la commissione giudicante della Uefa infligga una multa al Milan e conceda un nuovo Voluntary Agreement al club rossonero. Cosa che non accadde alla gestione cinese di Yonghong Li. Ora il Milan è nelle salde mani di Elliott. Il fondo americano è stato decisivo per la riammissione dei rossoneri all‘Europa League. Il Milan comincerà a capire con quanta libertà d’azione potrà muoversi i prossimi anni. Lo scrive stamane il Corriere della Sera, che si sofferma sull’incontro di questa mattina (alle 9.30) davanti alla Camera Giudicante della Uefa. La sanzione – si legge – dovrebbe arrivare a dicembre.

Leggi anche:  Volley femminile, quarti di finale delle Olimpiadi: Italia - Serbia

Milan, le ipotesi che possono uscire da Nyon

Milan, cosa può succedere oggi? Sky Sport ipotizza i possibili scenari di oggi a Nyon. Due sono gli scenari possibili: il primo, meno plausibile, è quello in cui spera il Milan, ovvero il Voluntary Agreement, un piano virtuoso di rientro proposto dai rossoneri che l‘Uefa dovrebbe accettare. In questo caso non ci sarebbero sanzioni economiche per il triennio che va dal 2014 al 2017, mentre verrebbe ‘condonato’ il 2017-2018. Il secondo scenario è un “no” della Uefa all’accordo volontario e una multa immediata, la quale potrebbe comportare una limitazione della rosa e del tetto salariale. In questo caso il mercato del Milan, già a gennaio, sarebbe fortemente condizionato. Tanto per capirci: niente Ibrahimovic.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,