LIVE Emergenza Coronavirus, Consiglio Federale Figc: “Campionati professionistici completeranno la stagione, stop ai Dilettanti”

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui

La settimana dei verdetti. In questi giorni il calcio italiano è chiamato a definire il proprio futuro e se nel caso della Serie A si tenta la strada della ripartenza, nelle serie minori l’attenzione è tutta rivolta alla definizione di promozioni, retrocessioni ed eventuali ripescaggi, dando pressoché per scontato lo stop definitivo al campionato.

Oggi, mercoledì 20 maggio 2020 è una data importante perché è il giorno in cui si svolgerà il Consiglio Federale Figc che – dopo il rinvio della riunione dell’8 maggio – dovrebbe dare le linee guida: sarà in questa sede che si valuteranno le proposte delle varie leghe su stop ai campionati, criteri per promozioni e retrocessioni, ma anche la questione ripescaggi. Venerdì 22 maggio invece sarà il momento del Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, che molto probabilmente decreterà lo stop al campionato e definirà i verdetti. Le prime dei gironi di Serie D (tra cui il Palermo) aspettano l’ufficialità della promozione, mentre la LND promette battaglia per garantire la possibilità dei ripescaggi in serie C. Cosa accadrà? Si ripartirà? Noi di SuperNews vi racconteremo la giornata con una diretta live testuale!

AGGIORNA IL LIVE CON GLI AGGIORNAMENTI DEL CONSIGLIO FEDERALE FIGC

LIVE Serie A: aggiornamenti in tempo reale oggi 20 maggio del Consiglio Federale Figc

18.16 – “La volontà di riprendere i campionati chiudendo la stagione il 31 agosto è la cosa più giusta da pensare e che la Federazione potesse fare”. Così il presidente dell’ Assoallenatori Ulivieri ai microfoni di Tuttomercatoweb.
17.23 
Comunicato ufficiale FIGC: “La FIGC ha espresso la volontà di riavviare e completare le competizioni nazionali professionistiche fissando al 20 agosto la data ultima di chiusura delle competizioni di Serie A, B e C. Precedentemente al riavvio dell’attività agonistica sarà competenza del Consiglio Federale determinare i criteri di definizione delle competizioni laddove,  in ragione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, le stesse dovessero essere nuovamente sospese, secondo i principi di seguito indicati: individuazione di un nuovo format (brevi fasi di playoff e playout al fine di individuare l’esito delle competizioni ivi incluse promozioni e retrocessioni; in caso di definitiva interruzione, definizione della classifica anche applicando oggettivi coefficienti correttivi che tangano conto della organizzazione in gironi e/o del diverso numero di gare disputate dai Club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni. Infine, per effetto di quanto deliberato, la stagione sportiva 2020/2021 avrà inizio il prossimo 1 settembre. Per quanto concerne, invece, l’attività dilettantistica, ivi compresa quella femminile fino alla Serie B, valutate le condizioni generali e l’eccezionale situazione determinatasi a causa dell’emergenza Covid-19, il Consiglio ha deliberato di interrompere definitivamente tutte le competizioni, rinviando ad altra delibera i provvedimenti sugli esiti delle stesse competizioni. Resta fissato al 30 giugno il termine per la conclusione dell’attuale stagione sportiva. Per quanto riguarda la Serie A Femminile, è stato deciso di verificare nei prossimi giorni le condizioni di ripresa, in base all’applicabilità dei protocolli sanitari da parte dei Club e alla disponibilità di contributi da parte della FIGC”.
16.40 
– Secondo alcune indiscrezioni, queste saranno le squadre promosse in C dalla Serie D: Lucchese, Pro Sesto, Campodarsego, Mantova, Grosseto, Matelica, Turris, Bitonto, Palermo. Il Foggia al momento resta escluso in attesa di capire se potrà accedere alla Serie C tramite i ripescaggi.
16.38 – L’ultimo ad uscire dal Consiglio Federale è stato il consigliere federale e presidente della Lazio Claudio Lotito. Nessuna dichiarazione lasciata ai giornalisti.
16.19 
– Il secondo ad uscire dal Consiglio è stato il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli: “Campionato Serie C finito? Decide l’Assemblea. Sentite Gravina“.
16.14
– Il primo ad uscire dal Consiglio è stato il presidente della LND Cosimo Sibilia: “Hanno chiuso la Lega Dilettanti, le altre invece vanno avanti“.
16.05 
Consiglio Federale Figc terminato. Atteso entro poche ore un comunicato stampa ufficiale.
15.49
– Non c’è ancora la data di ripartenza ma c’è la data della possibile chiusura: Serie A, Serie B e Serie C avranno tempo fino al 20 agosto per chiudere i rispettivi campionati. La stagione 2019-2020 terminerà invece entro il 30 agosto.
15.33 – Per la Serie D si prospetta lo stop definitivo al campionato. In Serie C andranno le prime dei nove gironi, mentre è escluso il blocco delle retrocessioni dalla C alla D. Manca solo l’ufficialità.
15.17
– Il calcio italiano vuole ripartire. Questa in estrema sintesi l’indiscrezione lanciata da Sky Sport sulle parole uscite durante il Consiglio Federale Figc, che si sta tenendo a Roma. Nel pomeriggio è atteso un comunicato della FIGC in cui, pur senza decisioni definitive, si farà riferimento all’intenzione del calcio italiano a livello professionistico : ripartire, soprattutto dopo l’ok arrivato dal CTS al protocollo sugli allenamenti collettivi.
12.05 
E’ iniziato alle ore 12, in preciso orario, il tanto atteso Consiglio Federale Figc che dovrà decidere le sorti della stagione calcistica interrotta a metà marzo a causa dell’epidemia di Coronavirus. Tutti i protagonisti attesi saranno collegati in video-call, ad esclusione del presidente Gravina, dei consiglieri romani Lotito e Ghirelli e di Sibilia, che sono presenti fisicamente.
11.57 – Arrivato a Roma anche Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro. Le prime parole: “Mi aspetto di discutere tranquillamente. La C riparte? La C riparte sempre“.
11.54 – Cosimo Sibilia, presidente LND, è arrivato a Roma per il Consiglio Federale Figc. Le prime parole: “Dico che aspettiamo quello che comunicherà il Presidente, vediamo. Giornata decisiva? Credo interlocutoria“.
09.44 
– Nel giorno del Consiglio Federale che deciderà le sorti della stagione calcistica interrotta lo scorso mese di marzo per l’inizio della pademia di Coronavirus, La Gazzetta dello Sport propone una lunga intervista a Giovanni Malagò, presidente del CONI: “Sono il primo a fare il tifo perché il calcio riprenda. Dilettanti e Lega Pro, hanno capito abbastanza presto che con certe dinamiche di protocollo non erano in condizioni di riprendere. La Serie B ha votato da poco per ricominciare. Da mesi insisto: puntiamo a ripartire ma non essendo possibile fare previsioni di lunga scadenza, viste tutte le variabili esistenti, deve esistere anche un piano B. Non averlo è un errore”.
08.30
 – C’è molta attesa per la riunione del Consiglio Federale Figc, che si riunirà oggi alle ore 12 per discutere di vari argomenti: verranno infatti valutate le proposte delle varie leghe su stop ai campionati, criteri per promozioni e retrocessioni, ma anche la questione ripescaggi. Le domande a cui cercare una risposta sono tante, ma due in particolare sembrano avere un peso specifico più importante delle altre: come procedere se il campionato di Serie A potrà ripartire? Cosa fare se la situazione epidemiologica obbligherà a fermare tutto?

  •   
  •  
  •  
  •