Neymar liga torno da te

Pubblicato il autore: antonio gentile Segui

Mentre tutti i campionati entrano nel vivo assieme alle competizioni Europee, vedi esempio Champions, si aprono le finestre di mercato con i famosi colpi dei top player da parte di società importanti creando di conseguenza quelle che i media definiscono telenovele calcistiche. Una di queste è stata finora quella di Cavani che dopo tante richieste anche da parte dell’ Italia, è approdato in Premier alla corte del Manchester United, chiudendo le tante voci che circolavano su di lui.

La stessa situazione sta capitando a Neymar che aveva lasciato nel 2017 il Barcellona di Messi & co per un campionato quello della Ligue 1 francese poco adatto al dna del giocatore, abituato al fuoco dei campi spagnoli. D’altronde non è semplice cambiare subito squadra di appartenenza anche per discorsi sia contrattuali che di stipendi milionari. Arrivati a questo punto Neymar avrebbe espresso il desiderio di tornare verso Barcellona con parole al bacio verso Leo Messi. A tutto questo si aggiunge la disponibilità della società oltre a quella dell’ allenatore Koeman, d’accordo su questa ipotesi.

Leggi anche:  Zazzaroni: “Destabilizzare l'Inter? È in difficoltà e lo capisco”

Gli scenari però potrebbero presto cambiare. Potrebbe infatti palesarsi scambio clamoroso tra lui e Messi che già da questa estate voleva lasciare Barcellona, stanco delle promesse da parte del presidente Blaugrana. Troppo pesante ormail il contesto confusionario creato da parte della società, a cui si aggiungono anche diverse sconfitte sul campo lo stesso Messi fatica a digerire. Ora la palla passa al Psg che potrebbe approfittare della situazione con 2 opzioni: la prima di tenersi Neymar affiancandogli Messi, la seconda ammortizzando i costi di ingaggio con uno scambio Messi con Neymar parallelo ma scontentando i pensieri del brasiliano.

I grandi campioni come Neymar e Messi sanno venire incontro alle situazioni dei rispettivi club: un esempio viene dato da una frase emblematica da parte dell’ argentino che nemmeno lontanamente avrebbe citato il Barcellona, la squadra che ha sempre amato e voluto da quando era un bambino. In conclusione la carriera di un giocatore è legata alla sua condizione fisica nel tempo che potrebbe accorciarsi causa infortuni di varia natura, e quindi i grandi campioni certamente vogliono giocare al massimo vincendo sempre.

  •   
  •  
  •  
  •