Highlights Coppa Italia, Fiorentina – Inter: 1 – 2, Lukaku regala i quarti ai nerazzurri

Pubblicato il autore: Vincenzo Palumbo Segui

Coppa Italia: Fiorentina – Inter: 1 – 2 (39′ Vidal, 57′ Kouamè, 118′ Lukaku)

Il solito Lukaku salva l’Inter e regala ai nerazzurri i quarti di finale contro il Milan. Il belga entra dalla panchina e nel secondo tempo supplementare batte Terracciano, quando oramai i rigori sembravano l’unica soluzione per decretare un vincitore. Per gli uomini di Conte una vittoria poco convincente, buon primo tempo ma poi gara equilibrata e decisa da un episodio. Eriksen, il più atteso in campo, ha ancora una volta deluso le aspettative. Nessun acuto per il danese che si è limitato a un lavoro di ordinaria amministrazione.
La Fiorentina di Cesare Prandelli esce dal terreno di gioco con l’amaro in bocca. L’unica colpa dei viola è stata quella di regalare agli avversari la prima frazione di gioco. Nella ripresa Prandelli ha fatto i cambi giusti e i toscani hanno trovato il pareggio e spaventato l’Inter ma tutto ciò non è bastato per passare ai quarti.

120′ + 3′ – Triplice fischio finale. Inter ai quarti di finale.
120′ + 2′ – Ammonito Lukaku.
119′ – Ammonito Sanchez.
118′ – GOL di Lukaku! Cross di Barella, l’attaccante belga tutto solo in area di rigore, con un bel colpo di testa batte Terracciano. La rete potrebbe aver deciso il match.
117′ – Ammonito Ranocchia.
115′ – Palla gol per Lukaku, Terracciano si oppone d’istinto.
112′ – Ammonito Hakimi.
106′ – Parte l’ultimo tempo di gioco della partita.
SECONDO TEMPO SUPPLEMENTARE

Leggi anche:  Inter, partita perfetta contro la Juventus con un Vidal ritrovato

105′ – Termina il primo supplementare.
101′ – Azione corale dell’Inter conclusa da un bel cross di Hakimi e il conseguente colpo di testa di Sanchez respinto da Terracciano.
96′ – Entra Callejon al posto di Kouamè.
93′ – Ultimo cambio per l’Inter. Esce Vidal entra Brozovic.
92′ – Risponde l’Inter. Lukaku col mancino tira fuori di poco.
91′ – Subito la Fiorentina in attacco. Venuti tiro a giro parato da Handanovic.
PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE

90′ + 2′ – Finisce la partita. Squadre ai tempi supplementari.
85′ – Hakimi discesa solitaria e destro respinto da Terracciano in angolo.
83′ – Ammonito Vidal che atterra Venuti.
80′ – Entra Barella al posto di Gagliardini.
80′ – Ancora Perisic crea scompiglio sulla fascia sinistra, il suo cross non è sfruttato da Sanchez che non trova la porta.
79′ – Ammonito Eriksen.
79′ – Ammonito Igor per un duro fallo su Vidal.
77′ – Venuti dopo un buona percussione tira tra le braccia di Handanovic.
73′ – Occasione Inter creata dai nuovi entrati. Lukaku recupera palla e serve Hakimi che calcia fuori di poco.
68′ – Doppio cambio per l’Inter. Entrano Lukaku e Hakimi, escono Lautaro Martinez e Young.
67′ – Ci prova Kolarov da fuori area. Tiro centrale parato facilmente.
60′ – Conte richiama in panchina Skriniar, ammonito, e manda in campo De Vriji.
56′ – GOL di Kouamè! Sugli sviluppi del corner, dopo una serie di batti e ribatti nell’area nerazzura, la palla cade sui piedi dell’attaccante viola che con un bolide trafigge un immobile Handanovic.
55′ – Punizione di Bonaventura deviata dalla barriera e palla in angolo.
52′ – Prandelli prova a dare maggior forza al reparto offensivo e butta dentro Vlahovic e Venuti. Lasciano il campo un deludente Eysseric e Caceres.
47′ – Occasione sprecata da Lautaro Martinez. Perisic ruba palla e crossa bene al centro dell’area dove l’attaccante argentino sbaglia clamorosamente un rigore in movimento.
46′ – Riparte il match. Prima palla ai nerazzurri.
SECONDO TEMPO

Leggi anche:  Mughini: "Inter-Juventus? Sembrava un film horror. Superiorità imbarazzante dei nerazzurri per la prima volta dopo 10 anni"

45′ + 3′ – Finisce il primo tempo con l’Inter in vantaggio.
44′ – Ammonito Skriniar.
42′ – Kouamè atterrato in area da Skriniar, Massa non ha dubbi e concede il rigore. L’arbitro va al VAR e cambia idea.
39′ – GOL di Vidal! Il centrocampista nerazzurro segna la prima rete con l’Inter, battendo dagli 11 metro Terracciano.
36′ – Occasione per l’Inter. Eriksen da fuori area esplode il destro, Terracciano respinge e Sanchez si lancia sulla ribattuta ma trova il palo mentre l’estremo difensore viola gli frana addosso. Il cileno invoca il rigore, l’arbitro va al VAR e assegna il penalty.
27′ – Angolo calciato da Eriksen, stacca Lautaro Martinez ma la palla si spegne a lato.
27′ – Ammonito Bonaventura.
25′ – Poche occasioni da gol e partita giocata a ritmi bassa. Match condizionato da tanti errori di entrambe le squadre.
10′ – Dagli sviluppi di un calcio d’angolo, Skriniar sceglie bene il tempo per il colpo di testa ma la palla termina alta.
6′ – Ammonito Eysseric per un fallo su Lautaro.
1′ – Primo possesso palla per la squadra di casa
PRIMO TEMPO

Leggi anche:  Inter, attenzione a Pep: nel mirino di Guardiola c'è Lukaku

FORMAZIONI
FIORENTINA (3-4-2-1): Terracciano; Milenkovic, Martinez Quarta, Igor; Caceres, Amrabat, Bonaventura, Biraghi; Eysseric, Castrovilli; Kouame. A disposizione: 33 Brancolini, 69 Dragowski, 5 Bonaventura, 8 Duncan, 9 Vlahovic, 20 Pezzella, 23 Venuti, 27 Barreca, 28 Montiel, 29 Krastev, 32 Dalle Mura, 77 Callejon.
All. Cesare Prandelli.
INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Kolarov; Young, Vidal, Eriksen, Gagliardini, Perisic; Sanchez, Lautaro. A Disposizione: Padelli, Radu, Hakimi, De Vriji, Lukaku, Vidal, Barella, Brozovic, Bastoni.
All. Antonio Conte.

PRE-PARTITA
Allo Stadio Artemio Franchi si sfidano la Fiorentina e l’Inter per decretare chi sfiderà il Milan ai quarti di finale. I nerazzurri sono al debutto in questa edizione della Coppa Italia e c’è grande curiosità per il nuovo ruolo che Antonio Conte ha affidato a Eriksen. Al momento il danese è poco utilizzato e questa partita gli offre una grossa opportunità per mettersi in mostra.
I padroni di casa guidati da Cesare Prandelli cercano nella Coppa Italia le soddisfazioni che non riescono a trovare in campionato. La viola arranca in classifica nonostante il cambio in panchina la scossa non è ancora arrivata.
Arbitro dell’incontro è Massa, assistito da Vecchi e Di Iorio. Il quarto uomo è Prontera mentre al VAR Aureliano e Costanzo.

  •   
  •  
  •  
  •