MotoGP, la Yamaha non sostituirà Valentino Rossi dopo l’infortunio

Pubblicato il autore: Lorenzo Rossini Segui
Valentino Rossini

Valentino Rossi

Nessun pilota sostituirà Valentino Rossi. Così la Yamaha ferma definitivamente la girandola di nomi partita subito dopo l’infortunio del pilota di Tavullia. In un comunicato il team giapponese esprime la propria vicinanza a Rossi, che con questo infortunio compromette, forse definitivamente, una già complicata corsa al titolo.
Lo stesso pilota, già subito dopo l’intervento, ha voluto rassicurare sull’esito dell’operazione e allo stesso tempo ringraziare tutti i tifosi e il suo staff, manifestando inoltre l’intenzione di rimettersi al più preso in sella della sua amata M1, come auspicato anche dal Team Yamaha.

D’altronde non è il primo incidente capitato lontano dai circuito di MotoGP, con il qualche il nove volte campione del mondo si è dovuto misurare quest’anno. Già a Maggio infatti Rossi era rimasto coinvolto in un lieve incidente durante una gara di Motard, dove riportò una contusione allo sterno, che gli fece rischiare di saltare il GP del Mugello e condizionandone comunque la prestazione. Il Dottore è dunque chiamato ad un nuovo recupero lampo, certo è che l’infortunio stavolta è notevolmente più serio, ma d’altronde Valentino ha dimostrato in più di qualche occasione di esaltarsi di fronte a situazioni disperate.

Questo il comunicato Yamaha sulla situazione di Rossi: “Il Team Movista Yamaha MotoGP è dispiaciuto di dover comunicare che Valentino Rossi non sarà in grado di competere nel prossimo Gran Premio di Misano, che si correrà questo weekend. Il Team Factory Yamaha correrà la 13.ma gara del Mondiale MotoGP 2017 con il solo Maverick Vinales come pilota. Tutta la Yamaha augura a Valentino Rossi un recupero veloce, nella speranza di riaverlo presto in sella alla sua M1“. Un grandissimo in bocca al lupo.

  •   
  •  
  •  
  •