Rally Montecarlo live tv: orari, programmazione completa e possibili favoriti della prima prova del WRC 2018

Pubblicato il autore: Luca Santoro Segui

Parte oggi la stagione 2018 del WRC, il campionato del mondo di rally che comincia la sua avventura numero ottantasei nel Principato di Monaco: l’ottantaseiesima edizione del Rally di Montecarlo si conferma come l’appuntamento di apertura di prestigio del Mondiale, rappresentando quasi ininterrottamente dal 1973 l’inaugurazione del campionato.

WRC 2018, Rally Montecarlo: i piloti di primo piano. Tutti contro Ogier

Rally Montecarlo Live Tv

Quest’anno i piloti troveranno tanta neve e il solito avversario da battere da alcuni anni a questa parte: Sébastien Ogier, al secondo anno con la M-Sport e cinque volte iridato mondiale. Il francese riuscì a lanciare la sua campagna trionfale del 2017 partendo proprio con una vittoria a Montecarlo nella stagione passata.
Il 2018 vedrà un maggiore impegno da parte di Ford per bissare nuovamente non solo il titolo piloti ma anche quello costruttori nonché l’ingresso nel team di Malcom Wilson, accanto ad Ogier e al blindatissimo Elfyn Evans, della giovane speranza per il futuro rappresentata dal finlandese Teemu Suninen, che compensa l’uscita di Ott Tänak che passa a sua volta alla Toyota.

L’anno scorso nella classifica costruttori, dietro la M-Sport, si era piazzata la Hyundai che nonostante le premesse non riesce ad affondare del tutto il colpo nel WRC. Quest’anno entra in squadra il norvegese Andreas Mikkelsen, che dopo i podi nel campionato di vertice ai tempi della Volkswagen e un 2017 accidentato con la “retrocessione” in WRC 2 a seguito del disimpegno nei rally del team di Wolfsburg, dovrà dare man forte in Hyundai ai confermatissimi Thierry Neuville (in lotta per il titolo piloti dopo un 2017 da dimenticare), Hayden Paddon e Daniel Sordo.

Attenzione a chi corre seriamente per un risultato di peso nel WRC come la Toyota, che come abbiamo scritto arruola nella sue file, assieme al veterano Jari-Matti Latvala, il talento di Tänak (vincitore del Rally Italia Sardegna 2017 e due volte Driver of The Year negli ultimi due anni) e quello precoce e sorprendente di Esapekka Lappi, che ha impressionato l’anno scorso ed è atteso al grande salto di qualità.

Fallito l’assalto invernale ad Ogier, la Citroen ha comunque tirato fuori un asso dalla sua manica, ovvero l’ingaggio del nove volte campione WRC Sébastien Loeb. Si tratta comunque di un impegno estemporaneo come ha ammesso il 43enne pilota, senza aspettative né pressioni “ma solo divertimento“. Il fresco reduce da una deludente Dakar 2018 correrà infatti in tre tappe del campionato sostituendo per l’occasione l’irlandese Craig Breen che disputerà a sua volta le altre dieci. Accanto a loro non mancherà la testa di serie in casa Citroen Kris Meeke, mentre la terza vettura sarà appannaggio per alcune gare di Khalid Al Qassimi.

Rally Montecarlo live tv: il percorso e gli orari in cui verranno trasmesse le prove e gli highlights

Ma vediamo ora il Rally di Montecarlo: vera e propria classica del calendario WRC che si concluderà il 18 novembre prossimo dopo 13 tappe in tutto il mondo, la prova monegasca entra oggi nel vivo dopo lo shakedown di ieri a Gap, di 3,35 km, in cui hanno fatto un figurone le Hyundai di Neuville e Sordo, primi e secondi con la loro i20 Coupé WRC Plus . Il belga ha chiuso la prova con un tempo di  2’00″2, indietro di un decimo di secondo il compagno di squadra e splendido terzo posto per Tänak , che ha bordo della Yaris WRC ha registrato 5 decimi di ritardo rispetto a Neuville.

Oggi quindi la partenza ufficiale dalla piazza del Casinò di Montecarlo dalle 17.50, verso le SS1 e SS2 che avranno luogo nella zona del dipartimento delle Alpi dell’Alta Provenza, in un connubio che va dal clima mediterraneo a quello più rigido alpino. Per la prima volta si corre la Thoard – Sisteron (37,13 km, a partire dalle 9:43) nella direzione opposta rispetto a quello a cui siamo abituati per questa storica prova speciale, che sarà poi seguita dalla Bayons – Bréziers di 25,49 km.

Domani, venerdì 26 gennaio, si riparte a sud di Gap lungo ben tre dipartimenti che si snodano nel territori alpino e provenzale. Sarà una dura giornata con 150 km di prove speciali da affrontare a partire dalle 8 di mattina: si parte con la SS3/6 da 26,72 km di Vitrolles – Oze, a seguire Roussieux – Eygalayes (SS4/7, di 30,54km) e conclusione nel primo pomeriggio con la Vaumeilh – Claret (SS5/8, da 15,18km).

Sabato 27 gennaio nuovo giro e nuova corsa: stavolta si sale a nord di Gap sulle Alte Alpi per disputare un totale di 117,55 km cronometrati, partendo dalla SS9/11 di Agnières-en-Dévoluy – Corps dalle 8 di mattina, seguita dalla Saint-Léger-les-Mélèzes – La Bâtie-Neuve (SS10/12 di 16,87km), da ripetere due volte. Conclusione di giornata, prima del ritorno al parc fermé di Monaco, con la Bayons – Bréziers di 25,49km.

Si chiude domenica 28 gennaio con quattro proive speciali per un totale di 63.72km nel teatro delle Alpi Marittime. Si parte dalle 8 di mattina con La Bollène-Vésubie – Peïra-Cava (SS14/16 di 18,41km) e si conclude con la tappa di La Cabanette – Col de Braus (13,58), il cui secondo giro sarà valido come Power Stage (e quindi trasmessa in diretta tv, come vedremo).
Consueta chiusura del Rally di Montecarlo nel pomeriggio con la premiazione finale davanti al Palazzo dei Principi di Monaco.

Il calendario completo del Rally di Montecarlo:

Giovedi 25 gennaio

SS1 : Thoard-Sisteron (37,13 km)
SS2 : Bayons – Bréziers (25,49 km)

Venerdì 26 gennaio

SS3 : Vitrolles – Oze (26,76 km)
SS4 : Roussieux – Eygalayes (33,63 km)
SS5 : Vaumeilh – Claret (15,24 km)
SS6 : Vitrolles – Oze 2 (26,76 km)
SS7 : Roussieux – Eygalayes 2 (33,63 km)
SS8 : Vaumeilh – Claret 2 (15,24 km)

Sabato 27 gennaio

SS9 : Agnières-en-Dévoluy – Corps (29,33 km)
SS10 : Saint-Léger-les-Mélèzes – La Bâtie-Neuve (16,71 km)
SS11 : Agnières-en-Dévoluy – Corps 2 (29,33 km)
SS12 : Saint-Léger-les-Mélèzes – La Bâtie-Neuve 2 (16,71 km)
SS13 : Bayons – Bréziers 2 (25,49 km)

Domenica 28 gennaio

SS14 : La Bollène-Vésubie – Peïra-Cava (18,30 km)
SS15 : La Cabanette – Col de Braus (13,56 km)
SS16 : La Bollène-Vésubie – Peïra-Cava 2 (18,30 km)
SS17 : La Cabanette – Col de Braus 2 (13,56 km) Power Stage

Anche quest’anno, dopo il debutto nel 2017, l’esclusiva del WRC è appannaggio di Fox Sports, canale 204 di Sky. La copertura parte oggi con il magazine dedicato alle 13.30 con le varie fasi salienti, mentre nel corso del Rally di Montecarlo Fox Sports offrirà altre finestre con highlights di giornata e commento di Lucio Rizzica, Andrea Crugnola, Gabriele Cogni e Marco Giordo.
Venerdì 26 gennaio appuntamento con il magazine alle 7.30 e alle 20.00, sabato invece un approfondimento previsto per l’una di notte. Domenica 28 gennaio verrà trasmessa in diretta, a partire dalle 12 in punto, la Power Stage de La Cabanette – Col de Braus 2.

  •   
  •  
  •  
  •