Guido Meda a Deejay chiama Italia: “Bagnaia può sorprendere, Petrucci e Dovizioso coppia feroce, Rossi perfezionista”

Pubblicato il autore: Gabriele Ripandelli Segui

Guido Meda è ormai la celebre voce della motogp italiana, da più di dieci anni telecronista dello sport su due ruote per Italia 1, prima, e Sky Sport poi. In occasione dell’inizio della nuova stagione domenica 10 marzo in Qatar, Savino e Linus a Deejay chiama Italia, il programma in onda su radio Deejay dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12, hanno voluto chiedere la sua opinione ad uno dei massimi esperti in Italia.

“Abbiamo piloti italiani in tutte e tre le categorie della competizione ed in Motogp, dopo vari anni, ci sono 6 italiani e quasi tutti ben strutturati tecnicamente, tranne forse Iannone che ha fatto una scelta complicata”. Guido Meda poi scende nel dettaglio nella considerazione dei vari piloti. Positive le parole per gli ultimi italiani arrivati tra i grandi: “Bagnaia e Morbidelli possono sorprendere, Bagnaia un po’ di più: da Rossi e Dovizioso qualche risultato te lo aspetti”.

Leggi anche:  MotoGp, Valentino Rossi: "Misano è una pista bella e difficile, a me piace"

L’opinione di Guido Meda su Petrucci-Dovizioso

Guido Meda analizza bene la nuova situazione in casa Ducati: “Si pensava che la Ducati dando il posto di Lorenzo a Petrucci avesse perso molto, essendo Lorenzo un figo che ha vinto 5 mondiali. Petrucci invece è stato tra i dominatori dei test dell’inverno, come se passando da un team clienti a quello sociale avesse fatto un click. Poi si è verificata una cosa molto interessante: Petrucci e Dovizioso invece di essere avversari che non si possono guardare, come tutti i compagni di squadra, sono diventati amici, hanno fatto l’inverno insieme. Petrucci addirittura si è trasferito a Forlì per stare vicino a Dovizioso: ha cambiato tutta la sua vita prendendo spunto dai metodi di Dovizioso, che aveva una storia virtuosa di rinascita. Quest’anno potrebbe essere una coppia feroce in pista. Tra l’altro Petrucci  corre con un contratto di solo un anno, quindi si gioca tutto”

L’opinione di Guido Meda su Valentino Rossi

Guido Meda poi spiega anche la situazione del suo amico Valentino Rossi: “Non so se Valentino si è nascosto o ci si è trovato dietro a Vinales. Diciamo che nei test invernali ha un approccio più da perfezionista: uno che prova molti pezzi e ne scarta altri. Vinales è più istintivo: sale in moto, fa il tempo e torna dentro. Valentino è uno che ai test dà il peso che secondo lui meritano e preferisce essere pronto quando ci sono le gare. Rossi e Vinales hanno opinioni abbastanza divergenti  sui progressi della Yamaha: secondo Vinales è una moto pronta,fantastica, perfetta, secondo Valentino c’è ancora molto da fare.”

Pronostici, orari e considerazioni su Qatar

Guido Meda vede, o forse semplicemente sogna, una tripla vittoria italiana: Fennati in moto 3 dopo il caos dello scorso anno, Luca Marini, il fratello di Valentino, in moto 2 e Dovizioso in motogp”

Gli orari delle gare? “Alle 3 del pomeriggio moto 3, alle 4.20 moto 2, alle 6 moto Gp. Stasera c’è una riunione della sicurezza e potrebbero anticipare tutto di un’ora perché la sera scende l’umidità, la pista diventa scivolosa e i piloti si lamentano”

Guido Meda ad inizio trasmissione ha segnalato anche come in Qatar si stia passando dal deserto in pietra ai grandi grattacieli in meno di un anno, come chiaro segnale della preparazione per i Mondiali 2022

  •   
  •  
  •  
  •