Andrea Dovizioso dice addio alla Ducati

Pubblicato il autore: Francesco Marcucci Segui

Andrea dovizioso dice addio alla Ducati ponendo fine a un rapporto durato 8 anni

Andrea dovizioso dice addio alla Ducati: “Non riteniamo ci siano le condizioni per continuare con la Ducati”.

Queste le parole di Simone Battistella, manager di Andrea Dovizioso, che nella giornata di oggi ha comunicato ai vertici Ducati Corse la decisione del pilota di non voler continuare con la casa di Borgo Panigale. Una notizia che conferma le numerose voci susseguitesi negli scorsi weekend all’interno del paddock, quando si parlava di una possibile rottura tra il pilota di Forlimpopoli e la casa motociclistica Bolognese.

Una decisione presa dal pilota stesso, che ha messo fine alla querelle sul rinnovo del contratto che durava ormai da diverse settimane. Secondo quanto emerso,  le trattative per il rinnovo erano diventate lente e inconcludenti, tanto da inficiare la tranquillità del pilota sia fuori, che dentro la pista.

La fine di un amore

Un rapporto durato ben 8 anni iniziato nell’ormai lontano 2013, quando Dovizioso scelse di prendere le redini di una moto che era di Valentino Rossi che l’aveva “abbandonata” perché troppo difficile da guidare. Da quel momento, la Rossa di Borgo Panigale è rinata, grazie al connubio tra il pilota romagnolo e l’arrivo in Ducati Corse dell’ingegner Dall’Igna, che hanno visto la moto risorgere, fino a sfiorare la conquista del titolo mondiale nel 2017.

“Grazie, è stato bello, ma così non ha senso continuare” . Così oggi è arrivata la decisione di dire basta, di concludere un rapporto ormai logoro e tutt’altro che idilliaco. Tutto questo in virtù di una stagione che poteva vedere la Ducati trionfante, in un mondiale in cui l’assenza dell’infortunato Marc Marquez si fa sentire.

Resta ora da capire quali strade decideranno di prendere le due parti, in un mercato piloti che vede nella sella lasciata libera da Dovi un possibile rientro di Jorge Lorenzo, attualmente impegnato come test rider nel team Monster Energy Yamaha.

  •   
  •  
  •  
  •