MotoGp 2020, Max Biaggi su Dovizioso: “Sarebbe bello che dopo tre secondi posti Andrea vincesse”

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui

In conclusione della gara di Moto3 del Gran Premio dell’Emilia Romagna del Motomondiale 2020, Max Biaggi (quattro volte campione del mondo nella classe 250 e due volte campione mondiale Superbike) è salito sul gradino più alto del podio. Questa volta non come pilota, ma nelle vesti di team manager grazie alla vittoria di Romano Fenati. Quest’anno il Max Racing Team è diventato il Factory Team di Husqvarna Motorcycles. E proprio Max in una intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport ha espresso alcune considerazioni sulla stagione in corso della MotoGp.

MotoGp, Max Biaggi: “È un campionato strano, con ritmi forsennati”

Max Biaggi ha dichiarato su Fenati: “L’ho voluto perché un pilota vincente non dimentica come si fa. Quest’anno avrebbe preferito correre in Moto2, ma per me è sempre meglio fare un anno in più e ottimizzare la carriera in Moto3 con un team vincente, che salire in Moto2 con una squadra che non lo è”. “Sarà un dispiacere per chi rema contro – ha aggiunto -, ma Romano e io non abbiamo mai avuto un dissapore”. Max ha aggiunto: “Lui non ha bisogno di consigli: la sola cosa dove ho perso la voce è stato nei sorpassi: interno, interno, interno. Passando all’esterno rischi di più, porti a casa molto di meno e l’errore è più facile”.
Il sei volte iridato ha espresso anche alcune considerazioni sulla stagione in corso della MotoGp: “È un campionato strano, con ritmi forsennati. Gare tutte attaccate dove gli infortuni e gli errori si pagano, in cui si va fortissimo”. “A essere romantico mi piacerebbe vedere l’Aprilia giocarsela – ha aggiunto Max -, conquistare il primo podio. È evidente che sia cresciuta, ma le gare e le posizioni non ti danno il giusto miglioramento”. Biaggi ha proseguito la sua analisi su questa prima parte di prove del Motomondiale: “Nelle ultime gare è esploso Mir. Joan è sorprendente, credo abbia molto in mano la Suzuki, e quando si crea questa alchimia nulla è impossibile. Un’altra storia romantica da raccontare è quella di Dovizioso: sarebbe bello che dopo tre secondi posti Andrea vincesse”.
Infine, il team manager Max Racing Team ha affermato su Valentino Rossi: “È quello che ha più esperienza, il solo ad avere qualcosa in più di tutti, però, ahimè, non basta solo quella oggi”.

  •   
  •  
  •  
  •