Gp Imola, Binotto: “Essere competitivi è un dovere…”.

Pubblicato il autore: Francesca Manes Segui


Gp Imola | Il secondo weekend della stagione 2021 di Formula 1 è ufficialmente iniziato oggi con le prime due sessioni di prove libere. Dal circuito di Imola giungono i primi riscontri interessanti anche per la Scuderia Ferrari che, in entrambe le sessioni, ha portato a casa buoni risultati sul passo gara. In particolare, nella seconda sessione, da poco conclusa, Carlos Sainz si è classificato quarto con 1’15”834 , mentre il suo compagno di squadra, Charles Leclerc ha conseguito il quinto tempo con 1’16”371 . Il monegasco è andato a muro nel suo ultimo giro e ha chiuso la sua sessione qualche minuto prima del termine. Mentre le monoposto giravano in pista, il team principal della Ferrari, Mattia Binotto ha rilasciato una breve ma significativa intervista a Sky Sport F1

Gp Imola, Binotto: “Curioso di vedere come andrà la macchina”

L’autodromo Enzo e Dino Ferrari che ospita il gran premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna è un tracciato speciale per la Rossa di Maranello. E’ dedicato al fondatore della casa automobilistica, ma si trova anche vicino allo stabilimento della Ferrari nel cuore della Motor Valley. Mattia Binotto ha parlato ai microfoni Sky sia del presente che del futuro e delle sfide che attendono il Cavallino Rampante. Ecco le sue dichiarazioni:

“La gara in Bahrain è stata incoraggiante, la macchina è migliorata rispetto agli avversari. E’ presto per fare un bilancio, siamo curiosi di vedere all’opera a Imola la nostra macchina, siamo su una pista diversa e in una condizione diversa rispetto alla prima gara. Essere competitivi è un dovere che sentiamo in ogni gara, a maggior ragione qui dove siamo a casa, sul circuito intitolato al nostro fondatore. E’ una stagione difficile per la gestione delle priorità, non solo in vista del 2022 ma anche del budget cap. Stiamo lavorando intensamente sul 2022 ed è la priorità assoluta. Abbiamo già riscontri sul computer ma saranno i dettagli a fare la differenza”. 

  •   
  •  
  •  
  •