F1, GP Messico 2019: le dichiarazioni dei piloti al termine delle qualifiche

Pubblicato il autore: Mattia Dalmazio Segui

Max Verstappen conquista la pole position del GP del Messico e spezza il filotto delle 5 pole consecutive della Ferrari, l’olandese però rischia la cancellazione del tempo per non aver rallentato nel regime di bandiere gialla per l’incidente alla Mercedes di Bottas. Secondo e terzo tempo per le Ferrari di Leclerc e Vettel, quarta la Mercedes di Hamilton seguita dal compagno di squadra d Bottas e dall’altra Red Bull di Albon
La classifica delle qualifiche:
1) Verstappen (Red Bull) 1:14:758
2) Leclerc (Ferrari) +0.266
3) Vettel (Ferrari) +0.412
4)Hamilton (Mercedes) +0.504
5)Albon (Red Bull) +0.578
6)Bottas (Mercedes) +0.580
7)Sainz (Mclaren- Mercedes) +1.256
8)Norris ( Mclaren – Mercedes) + 1.564
9)Kvyat (Toro Rosso) + 1.711
10) Gasly (Toro Rossso) + 1.828
11) Perez (Racing Point) 1:16:687
12) Hulkenmberg (Renault) 1:16:885
13) Ricciardo (Renault) 1:16:933
14) Raikkonen (Sauber) 1:16:967
15) Giovinazzi (Sauber) 1:17:269
16) Stroll (Racing Point) 1:18:065
17) Magnussen (Haas)) 1:18:436
18) Grosjean (Haas) 1:18:536
19) Russel (Williams) 1:18:823
20) Kubica (Willams) 1:20:173
Le dichiarazioni dei piloti al termine delle qualifiche

Verstappen: Giornata interessante. Riuscire ad essere in pole è stato incredibile.  Sappiamo  che nelle ultime gare la Ferrari è sempre stata molto veloce in rettilineo. Reagire in questo modo e prenderci la pole, è qualcosa di unico, faccio le congratulazioni alla squadra. Abbiamo una buona macchina per la gara anche se dovesse succedere qualcosa e perdessimo la prima posizione avremmo comunque le nostre chances”

Leclerc:” Il primo giro è stato buono. Nel secondo tentativo abbiamo fatto delle modifiche per avere un maggior bilanciamento nell’ala anteriore.Sarà importante al partenza”

Vettel: ” Ho commesso un errore nel primo tentativo. Nel secondo tentativo ero più fiducioso ma purtrppo c’è stata la doppia bandiera gialla e ho rallentato. Non vedo che ci sia al gara”

  •   
  •  
  •  
  •