Leclerc: la Ferrari fa all-in sul numero 16

Pubblicato il autore: Demetrio Segui

Nella giornata di ieri è arrivata la decisione ufficiale della separazione tra Sebastian Vettel e la Ferrari .  La scuderia di Maranello ha preso la decisione di affidare il ruolo di prima guida al monegasco Charles Leclerc, il quale già nella stagione scorsa è riuscito nell’intento di mettere in mostra tutto il suo talento con risultati importanti che gli sono valsi la promozione. Ad affiancarlo sarà, molto probabilmente, Carlos Sainz.

I risultati di Leclerc

Nella sua prima stagione in rosso, come già anticipato, Charles Leclerc ha stupito tutti per la stoffa posseduta. Il suo palmares al primo anno in rosso conta due vittorie e, oltre a queste, altri 6 piazzamenti sul podio in virtù dei terzi posti ottenuti. Le prestazioni sono state tutte sopra la media: in Bahrain, ad esempio, era in testa quando è stato tradito dalla propria vettura che non gli ha consentito di terminare la gara. La caratura, unita ad un pizzico di sana follia, fan dire di lui che potrà diventare presto qualcuno. Un campione del passato, come Jackie Stewart, ha sempre raccontato che le difficoltà arrivano al secondo anno in una grande squadra, ma Leclerc ha già dimostrato di non avere paura ad affrontare ogni tipo di sfida gli si presenti davanti.

All-In rischioso?

La Gazzetta, oggi in edicola, fa riferimento ai tempi che stan cambiando nel mondo della Formula 1. I piloti giovani sono il futuro del circus e, se promettenti possono raggiungere traguardi importanti, come fu per lo stesso Sebastian Vettel in Red Bull. La scelta della Ferrari di rinunciare ad un pilota della caratura di Vettel per mettere le proprie fiches su Leclerc è sicuramente coraggiosa ma al tempo stesso certificata da quanto dimostrato dal pilota monegasco che ora si troverà libero, Sainz non dovrebbe essere una presenza troppo ingombrante ma pur sempre valida, di gareggiare fino in fondo per il Mondiale e far vedere al mondo intero di che pasta è fatto. L’ultima volta che la Ferrari si presentò al via di un mondiale senza avere in scuderia campioni del mondo era il 2007 e la prima stagione post-Schumacher: a fine anno, a Maranello, si festeggiò il titolo di Kimi Raikkonen. Charles Leclerc farà il bis?

  •   
  •  
  •  
  •