Schumacher, il documentario Netflix: ecco l’inquietante dettaglio sull’incidente

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui

Schumacher
Quando parliamo della Formula 1, è difficile non rimandare la nostra mente a Michael Schumacher. Il pilota tedesco ha scritto pagine importanti dei motori e della Ferrari, segnando un solco tra la vecchia e nuova generazione. Una carriera incredibile quella del Kaiser, fatta di numerosi record e di 7 titoli mondiali vinti, a pari merito con Lewis Hamilton. Dal 2013, però, la vita del pilota è cambiata: un grave incidente sugli scii gli ha fatto battere la testa contro la roccia, rimanendo gravemente ferito. Da quel momento in poi, dopo due interventi e sei mesi di coma, non si è saputo nulla sul suo stato di salute, almeno fino a questo momento. Grazie al documentario sulla vita del Kaiser, uscito in esclusiva su Netflix, sono emersi numerosi dettagli su come sta e quanto è successo.

Leggi anche:  F1, dove vedere le qualifiche e la gara del GP USA ad Austin

Michael Schumacher non voleva sciare

Fra i passaggi più interessanti, dal punto di vista drammatico e fatalista, del film Schumacher in onda su Netflix, c’è sicuramente la parte che parla dell’incidente drammatico a Meribel, in Francia. A tal proposito il racconto del retroscena che ha poi portato all’incidente. Netflix ha rivelato che non era convinto di andare in pista.

Alla fine del documentario tocca all’ l’incidente sciistico di Schumacher del 2013 nelle Alpi francesi, e si viene a sapere che Michael non era molto convinto di scendere su quella pista. Non la riteneva sicura e aveva invitato Corinna a recarsi a Dubai a fare paracadutismo. Corinna spiega che Michael desiderava sostituire il brivido che la F1 gli ha dato con altre attività. Però Schumacher disse alla sua famiglia che la neve a Meribel non era in condizioni ideali prima del suo incidente. Alla fine però decisero di rimanere in Francia. In quel momento, il 29 dicembre del 2013, il destino ha cambiato la storia del pilota. Un destino tragico e difficile da accettare da parte di chi lo ha ammirato correre nella monoposto rossa.

  •   
  •  
  •  
  •