Guerra Ucraina-Russia: le reazioni del mondo della Formula 1

Pubblicato il autore: Mattia DElia


La guerra in Ucraina ha suscitato reazioni anche nel mondo della Formula 1, dai piloti fino alla federazione. Il punto principale delle reazioni è legata soprattutto al Gran Premio di Sochi che si disputerà a settembre. Ecco di seguito le reazioni.

Le reazioni del mondo della Formula 1 alla guerra Ucraina-Russia

A seguito dell’escalation militare in Ucraina con gli attacchi russi il mondo della Formula 1, impegnata nei test di Barcellona, ha espresso le sue prime reazioni. Ecco di seguito alcuni dei protagonisti.

FORMULA 1«Stiamo monitorando da vicino, come molti altri, gli sviluppi della vicenda e in questa fase non abbiamo ulteriori commenti in merito alla gara programmata per settembre. Continueremo a monitorare la situazione molto da vicino».

SEBASTIAN VETTEL – «Mi sono svegliato questa mattina e leggere le notizie è stato uno schock. E’ orribile quello che sta succedendo, ovviamente se guardiamo al calendario abbiamo una gara prevista in Russia e la mia opinione è che non dovrei andare, non andrò».

MAX VERSTAPPEN «Quando un paese è in guerra non è giusto correrci, questo è evidente. Ma al di là di quello che penso io, dipende da quello che l’intero paddock deciderà di fare“, ha detto da Barcellona il campione del mondo della Red Bull».

Leggi anche:  Formula 1, presentazione Ferrari SF-23 2023: ecco la data e dove vederla in tv e streaming

CHARLES LECLERC – «E’ veramente triste vedere cosa sta succedendo, specialmente nel 2022. Penso che prenderemo una decisione, la Formula 1 prenderà una decisione ma non posso dire di più perché onestamente non ho il quadro completo della situazione».

RIUNIONE TEAM PRINCIPAL – Nella serata del 24 febbraio, i team principal si riuniranno per capire e discutere il GP di Sochi, anche di una possibile ipotesi della cancellazione.

REAZIONE HAAS
– Il team statunitense con sponsor e pilota russo (Nikita Mazepin) ha ritirato il team principal Steinen dalla conferenza FIA che avrebbe dovuto tenere a Barcellona dove sono in corso i test pre stagionali.

  •   
  •  
  •  
  •