Circuiti F1, Gran Premio D’Australia: storia e statistiche di Albert Park

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto


Ritorna il Mondiale di Formula 1 e lo fa da Melbourne, per il Gp d’Australia, al circuito Albert Park. La pista presenta una lunghezza di 5 278 m e si snoda attraverso 14 curve: 9 a destra e 5 a sinistra. Il tracciato è ora caratterizzato da ben quattro zone per l’utilizzo del DRS, il primo circuito in F1 a offrire un numero così elevato di zone per l’utilizzo dell’ala mobile.

Il Gran Premio d’Australia viene inserito nella competizione regina delle quattro ruote nel 1985, ma non si è sempre corso nell’attuale tracciato. Infatti dal primo anno in Formula 1 fino al 1995 si è corso ad Adelaide. Il primo a vincere la prima edizione del Gp fu Keke Rosberg a bordo della Williams-Honda. Da lì in poi si sono alternati una serie di piloti, fino ad arrivare all’anno di addio al circuito di Adelaide con Damon Hill. Il pilota della Williams-Renault vincerà anche l’edizione del 1996, la prima sul circuito di Malbourne. Nelle ultime due edizioni del Mondiale il Gran Premio non è andato in scena a causa della pandemia da Covid-19. Per questo motivo l’ultimo vincitore è Bottas nel 2019 con la Mercedes.

Bisogna aggiungere come la competizione australiana fin dagli inizi è sempre stata la gara d’esordio della F1. Nelle stagioni 2006 e 2010 la gara è stata spostata dal suo tradizionale ruolo di apertura del campionato per non sovrapporsi ai Giochi del Commonwealth che si sono svolti pure a Melbourne. È tornata primo appuntamento della stagione nel 2007 e dal 2011 al 2019 a causa dell’instabilità politica del Bahrein, nel quale si sarebbe dovuto aprire il mondiale.

Circuito Albert Park, le caratteristiche della pista

Si corre all’interno di Albert Park su un circuito lungo 5.303 metri che è stato modificato e riasfaltato nell’ultimo anno. In Curva 1 e Curva 3, per esempio, è stata allargata la carreggiata di circa 3 metri, così come curva 6, allargata verso destra, ma la vera novità riguarda curva 9 e 10 dove in passato c’era una chicane, rimossa per creare una nuova zona Drs verso quella che sarà la nuova curva 9 del tracciato, ovvero la S veloce che porta all’ultimo settore. Curva 11 e 12 restano a novanta gradi prima dell’ultima S che immette sul traguardo. In gara si percorreranno 58 giri per un totale di 307 chilometri. La pista richiede un alto carico aerodinamico, la causa del maggior deterioramento degli penumatici.

Statistiche del Gran Premio d’Australia

Come detto anche in precedenza, il primo vincitore del Gran Premio d’Australia è Keke Rosberg nel 1985, quando il circuito era ancora Adelaide. Nel 1995, con l’introduzione di Alber Park, il vincitore è Damon Hill. Il pilota che ha vinto più gare nel Gp e su questo tracciato è Michael Schumacher con quattro gare: 2000-2001-2002-2004. La scuderia con il maggior numero di successi è la Ferrari, con otto vittorie divise in: 4 per Schumacher, 2 per Vettel e 1 per Raikkonen e Irvine. Il giro più veloce della pista è ancora una volta tinto di rosso, con il pilota tedesco che nel 2004 ha girato in 1:24.125.

  1. 1996 Damon Hill (Williams)
  2. 1997 David Coulthard (McLaren)
  3. 1998 Mika Häkkinen (McLaren)
  4. 1999 Eddie Irvine (Ferrari)
  5. 2000 Michael Schumacher (Ferrari)
  6. 2001 Michael Schumacher (Ferrari)
  7. 2002 Michael Schumacher (Ferrari)
  8. 2003 David Coulthard (McLaren)
  9. 2004 Michael Schumacher (Ferrari)
  10. 2005 Giancarlo Fisichella (Renault)
  11. 2006 Fernando Alonso (Renault)
  12. 2007 Kimi Räikkönen (Ferrari)
  13. 2008 Lewis Hamilton (McLaren)
  14. 2009 Jenson Button (Brawn GP)
  15. 2010 Jenson Button (McLaren)
  16. 2011 Sebastian Vettel (Red Bull)
  17. 2012 Jenson Button (McLaren)
  18. 2013 Kimi Räikkönen (Lotus)
  19. 2014 Nico Rosberg (Mercedes)
  20. 2015 Lewis Hamilton (Mercedes)
  21. 2016 Nico Rosberg (Mercedes)
  22. 2017 Sebastian Vettel (Ferrari)
  23. 2018 Sebastian Vettel (Ferrari)
  24. 2019 Valtteri Bottas (Mercedes)
  25. 2020 Non disputato
  26. 2021 Non disputato
  •   
  •  
  •  
  •