Motogp, Rossi: “Ho abbastanza motivazioni e voglia per continuare”

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui


Motogp – In una chat organizzata dalla Yamaha Valentino Rossi ha parlato delle sue prospettive per il futuro, reso più in certo a causa della pandemia da Coronavirus. Infatti, a seguito delle misure applicate per contrastare la diffusione del virus Covid-19 anche le gare della Motogp sono state sospese.
In queste settimane, come la Formula 1, anche la Motogp, sta provando a portare avanti la stagione in modo virtuale con una serie di gare disputate alla Playstation. Il format virtuale è stato definito Virtual Race, e sono state disputate due gare virtuali sui tracciati del Mugello (Italia) e del Red Bull Ring (Austria). Valentino Rossi ha partecipato solo alla seconda gara e si è posizionato in settima posizione nella classifica finale.
Attualmente, la Dorna sta ancora valutando la possibilità di iniziare la stagione in pista anche sulla base delle indicazioni dei governi nazionali e degli esperti sanitari.
E proprio in questa situazione ancora di incertezza per la stagione 2020 il Dottore ha espresso le sue considerazioni. “Sono in una situazione difficile perché la prima opzione è cercare di continuare. Ho abbastanza motivazioni e voglia per continuare. Il problema è che non ci sono gare e non possiamo correre. Quindi, dovrò decidere prima di tornare in pista“. The Doctor precisa durante la chat organizzata dalla Yamaha che: “È molto importante capire il livello di competitività perché, soprattutto nella seconda parte del 2019, abbiamo sofferto molto e troppe volte sono stato lento e ho dovuto lottare al di fuori delle prime cinque posizioni“. Quindi, Valentino conclude:”Avevo in mente di correre un altro anno con la squadra ufficiale e avevo bisogno di tempo per decidere cosa fare, avrei avuto bisogno di cinque o sei gare, di lavorare con il nuovo capo meccanico e di valutare alcune modifiche apportate in squadra per capire se posso essere forte. Questo non è il modo migliore per fermarsi, perché la situazione è che forse non gareggeremo nel 2020. Perciò, è più giusto per me fare un’altra stagione e fermarmi alla fine del prossimo anno“.

  •   
  •  
  •  
  •