Rossi, arriva la firma per due anni con la Petronas

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


Il futuro di Valentino Rossi è ormai deciso. Come scritto dalla Gazzetta dello Sport, Valentino Rossi è pronto a firmare con la Petronas per due stagioni, a partire dal 2021, più opzione per il 2022. L’annuncio dovrebbe arrivare a Jerez, prima tappa del motomondiale, facendo così ripartire la MotoGp con il botto e continuando la leggenda del Dottore. Valentino Rossi, quindi, correrà fino all’età di 43 anni e compagno di scuderia sarà il suo allievo e amico Franco Morbidelli.

Valentino Rossi, la storia continua

La favola Valentino Rossi continuerà a far sognare milioni e milioni di tifosi della MotoGp che, fino ad oggi, sono stati tenuti sulle spine, in attesa di capire quale fosse il futuro di The Doctor. Da tempo si pensava che il pilota pesarese potesse appendere il casco a chiodo e chiudere così la sua carriera leggendaria, ma, complice anche la situazione creatasi a causa della Pandemia da Covid-19, Rossi ha deciso di continuare a correre. Tutti i dubbi e le riflessioni fatte da Vale sono stati sciolti e con una scelta un po’ azzardata e folle: correre per altre tre stagioni, compresa questa dimezzata. Dopo aver ingaggiato Fabio Quartararo per il team ufficiale dal 2021, la Yamaha ha deciso di tenere da parte per Valentino proprio la M1 del francese e quindi il Dottore disporrà di una moto factory, ufficiale a tutti gli effetti.

Leggi anche:  MotoGP, il capomeccanico Honda: "Marquez da tranquillità al team"

Valentino Rossi continua e sicuramente non vorrà essere il protagonista passivo dei prossimi motomondiali. Infatti nella testa di The Doctor ci sono sicuramente due obiettivi: il record di vittorie mondiali di Giacomo Agostini, primo di tutti i tempi (servono 8 vittorie per raggiungerlo e 9 per batterlo) e ovviamente quel decimo Mondiale che sembrava vinto a due gare dalla fine del mondiale 2015 e che brucia ancora tantissimo. Tutti i tifosi sperano che Valentino Rossi possa continuare a scrivere pagine importanti di questo sport e continuare a far sognare chi da 24 anni ad oggi lo ha sempre supportato. In bocca al lupo, Vale!

  •   
  •  
  •  
  •