Mondiali Nuoto 2019: a Gwanju ottimo 6o posto nel medagliere per l’Italia

Pubblicato il autore: daniele conti Segui


Si sono appena conclusi i mondiali di nuoto del 2019 disputati in Corea del Sud, nel distretto di Gwanju. Una manifestazione particolarmente felice per i nostri colori visto il 6o posto finale nel medagliare frutto di 4 ori, 6 argenti e 5 bronzi. Saremmo potuti finire anche quinti, ma l’Ungheria ha raccolto solo premi del metallo più prezioso, ottenendo 5 ori soltanto, a fronte dei nostri 15 podi.

Il nuoto ci lascia conferme per Tokyo 2020

La maggior parte del bottino è arrivata dal nuoto in corsia, con tante conferme e qualche nota assai inattesa a dare nuove speranze in vista dell’appuntamento a cinque cerchi della prossima estate. Il ruolo del leone è spettato alle tre stelle Azzurre più brillanti: Gregorio Paltrinieri trionfatore negli 800 sl, a cui si aggiunge il bronzo nei 1500, Federica Pellegrini nei 200sl e la stellina Simona Quadarella che ha colto il suo primo trionfo globale nei 1500sl condito dall’argento nella distanza mezzana. Menzione d’onore per la rivelazione tricolare: una Benedetta Pilato che, a soli 15 anni, ha strappato un clamoroso secondo posto nei 50 rana.

Settebello di nuovo sul tetto del mondo

Altra nota lietissima in vista della prossima Olimpiade giapponese arriva dalla pallanuoto. I ragazzi di Campagna sono stati prodigiosi dall’inizio alla fine del torneo, senza perdere neppure una partita. Il girone iniziale li ha visti superare agevolmente Germania, Giappone e Brasile, giunte con quest’ordine dietro ai nostri. Il primato nel raggruppamento ci ha permesso di riposare un turno, tornando nei quarti freschi ed affamati contro i fortissimi greci. Da qui in poi solo battaglie all’ultimo turo: 7-6 alla Grecia; 12-10 all’Ungheria e un 10-5 sulla Spagna in finale per quella che è stata la partita più dolce, dominata in lungo e in largo.

Minisini-Flamini: sincronia vincente

É giusto dar spazio anche a uno sport che tradizionalmente è ingiustamente bistrattato nel nostro paese: il nuoto sincronizzato. Abbiamo avuto in passato una buona tradizione di squadra, con partecipazioni costanti alle manifestazioni mondiali, ma stavolta ci siamo superato. Da questa disciplina, anch’essa divisa tra molteplici varianti, sono arrivati ben 3 argenti di cui due grazie al duo misto Flamini-Minisini.

  •   
  •  
  •  
  •