Pomì Volley chiamata all’esame Novara: le parole di Giulia Rondon

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Big Match al PalaRadi tra il sorprendete Novara di Barbolini e la Pomì Volley, che dopo la vittoria in Coppa Cev che vale il passaggio ai quarti di finale dove le ragazze di Lucchi dovranno affrontare le tedesche dello Schwerin, se la dovranno vedere contro Chirichella e compagne, avversarie tra le più ostiche in questa A1. Alle 20.30 tutta Cremona sarà richiamata al palazzetto sportivo per questo incontro di cartello che fino all’anno scorso significava Scudetto ma che oggi servirà solo alla Pomì per non perdere terreno in classifica. A parlare della sfida è la regista toscana Giulia Rondon, alzatrice che si è fatta spesso trovare pronta ma che è naufragata con il resto della squadra in questa stagione da dimenticare che potrebbe precludere la convocazione in azzurro per diverse pallavoliste:

“La vittoria in Coppa ha fatto piacere e ci ha dato morale, ma serve continuità in campionato a cominciare dalla sfida davvero tosta con Novara. Ci sono margini di miglioramento un po’ in tutti gli aspetti del gioco, ma bisogna anche saper convivere con gli errori. Troppo spesso quando sbagliamo ci lasciamo trasportare dall’errore invece le partite si possono vincere anche sbagliando qualcosa. Di solito ne commettiamo più di uno di seguito e subiamo filotti di punti. Questo non è successo in Coppa Cev dove siamo state brave a reagire all’errore giocando bene il punto successivo. Una gara difficile ma che all’andata abbiamo dimostrato di poterci giocare. Dobbiamo giocare la partita pensando a noi stesse. Magari pensando che finora abbiamo sofferto meno con le grandi. Guardiamo di fare bene le nostre cose evitando al massimo gli errori Sono ottimista per natura ma voglio pensare una partita alla volta, perché questo è quello che ci serve. Quindi non penso a quale sarà la nostra classifica o se andremo avanti in Cev. Novara ha molt bocche di fuoco e dovremo cercare di battere bene per far muovere Skorupa e giocare ordinate con muro e difesa. I tifosi sono importanti e lo sono sempre stati anche se ci hanno talvolta criticato. Ma ci sono sempre e questa è la cosa che conta di più”. (Intervista di Sergio Martini per il sito  iVolleymagazine.it).

Per Novara parla la regista Letizia Camera, ex di turno:

“Quest’anno la classifica penalizza Casalmaggiore, ma si tratta di una formazione in grado di mettere sempre in difficoltà qualunque avversaria. Lo abbiamo visto nella gara d’andata, quando abbiamo dovuto lottare per cinque set per avere la meglio. Ci aspettiamo un’altra sfida serrata, sappiamo che dovremo fare del nostro meglio per uscire con la vittoria dal Pala Radi. Il pubblico? Ritroverò tante persone che ho conosciuto ai tempi della mia avventura a Casalmaggiore e sarà un piacere”. (Intervista riportata dal sito legavolleyfemminile.it).

  •   
  •  
  •  
  •