Rio 2016, Di Francisca d’argento nel fioretto femminile

Pubblicato il autore: Maurizio Ribechini Segui
Elisa_Di_Francisca_2014_European_Championships_FFS-EQ_t114417Elisa Di Francisca si è aggiudicata la medaglia d’argento nel fioretto individuale femminile di scherma alle Olimpiadi di Rio 2016, ha infatti perso la finale per 12-11 contro la russa Inna Deriglazova.
E’ stata una finale un po’ particolare, con la prima frazione che aveva visto la Di Francisca avanti per 3-0, mentre nella seconda vi è stato il sorpasso con ben 7 stoccate della russa senza che l’azzurra ne sia riuscita a infilare neppure una. Nella terza e decisiva frazione la Di Francisca ha dato il tutto per tutto fino all’ultmo secondo e si è riportata sotto, ma il parziale di 8-5 in suo favore non le ha consentito di capovolgere la situazione.
In semifinale la Di Francisca aveva vinto contro la tunisina Ines Boubakri, che poi si è aggiudicata la medaglia di bronzo.

Ricordiamo che Elisa Di Francisca era la campionessa olimpica in carica, avendo vinto la medaglia d’oro a Londra nel 2012 in quella magica giornata nella quale vi fu una clamorosa e irripetibile (banalmente perché da quest’anno da regolamento ogni Nazionale può schierare solo due atlete) tripletta delle azzurre nel fioretto: dietro a lei arrivarono infatti Arianna Errigo e Valentina Vezzali.

Elisa Di Francisca è nata nel 1982 a Jesi, città di grandissima tradizione per la scherma italiana che aveva dato i natali anche a Giovanna Trillini, già oro a nel fioretto a Barcellona 1992 e attuale allenatrice della Di Francisca, che ha affiancato e incoraggiato a bordo pedana anche oggi durante tutte le fasi del torneo. La Di Francisca in carriera è stata sei volte campionessa del mondo e ben dieci volte campionessa europea tra individuale e prova a squadre.

Si tratta della medaglia numero 11 per l’Italia in questa spedizione olimpica (finora 3 ori, 6 argenti e 2 bronzi): in particolare in questa quinta giornata di gare è la seconda medaglia d’argento per l’Italia dopo quella nel tiro a volo di Marco Innocenti.

E’ curioso far notare che questa vittoria della russa Deriglazova interrompe un dominio incontrastato dell’Italia nel fioretto femminile individuale alle Olimpiadi che durava da ormai 16 anni. Infatti per tre edizioni consecutive (2000, 2004 e 2008) aveva sempre vinto l’oro Valentina Vezzali e nel 2012 appunto la Di Francisca. Andando più indietro nel 1996 vi era stata un’interruzione con la vittoria della rumena Laura Badea che aveva vinto in finale contro una giovane Vezzali, mentre nel 1992 era stata appunto la volta della Trillini. In pratica questa edizione del 2016 è la peggiore sul piano dei piazzamenti italiani nel fioretto femminile da 20 anni a questa parte. Infatti nelle edizioni dal 1996 in poi erano sempre state almeno due le azzurre a salire sul podio: nel 1996 argento Vezzali e bronzo Trillini, nel 2000 oro Vezzali e bronzo Trillini, nel 2004 oro Vezzali e argento Trillini, nel 2008 ancora oro Vezzali e bronzo di Margherita Granbassi, e nel 2012 appunto il monopolio assoluto con la tripletta. Quest’anno invece l’altra rappresentante italiana, ovvero Arianna Errigo (peraltro numero 1 del ranking mondiale) si è arresa un po’ a sorpresa agli ottavi di finale contro la canadese Harvey.

Con questa prova terminano i tornei individuali di scherma a Rio 2016. Adesso è il momento dei quattro tornei a squadre, nei quali si spera che l’Italia potrà avere altre soddisfazioni.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: