Scherma paralimpica, Pisa scalda i motori per la Coppa del Mondo. In pedana anche Bebe Vio.

Pubblicato il autore: alessandro marone Segui

Si è svolta questa mattina presso il Comune di Pisa la conferenza stampa di presentazione della sesta tappa (le precedenti si sono svolte in Hong Kong, a Montreal, Budapest, Parigi e Varsavia) di Coppa del Mondo di Scherma Paralimpica, in programma dall’11 al 13 novembre.
Dopo il successo dello scorso anno (e a due mesi di distanza dalle Paralimpiadi di Rio de Janeiro), la città della Torre Pendente torna ad ospitare questo evento sportivo di rilievo internazionale; le gare si svolgeranno presso gli impianti del Cus Pisa, venerdì e sabato dalle 9:00 alle 17:00 circa, nella giornata conclusiva di domenica il termine sarà intorno alle 15:00. 150 gli atleti che prenderanno parte alla manifestazione, provenienti da 16 Paesi: Bielorussia, Georgia, Austria, Russia, Gran Bretagna, Spagna, Germania, Corea, Ungheria, Israele, Francia, Canada, Hong Kong, Polonia, Cina e Italia.
Riflettori puntati sulla giovane (classe 97’) schermitrice veneta Bebe Vio, oro a Rio nel fioretto nella gara individuale e bronzo nella gara a squadre e “fresca” di selfie con il Presidente Barack Obama alla cena di stato.
vio
Grinta e determinazione (il selfie con Obama è l’ennesima dimostrazione che la parola “impossibile” non esiste per questa ragazza), un concentrato di energia e forza di volontà, in conferenza stampa Bebe ha illustrato le sue aspettative a pochi giorni dall’inizio della competizione: “Ho un bellissimo ricordo della gara di Coppa del Mondo che si è svolta qui a Pisa lo scorso anno, c’è stata una grande partecipazione di pubblico e ci siamo divertiti. In questa edizione ci saranno molti atleti giovani e questo è un bel segnale, il movimento paralimpico ha bisogno di un ringiovanimento ed è fantastico vedere gli atleti che si divertono nel praticare sport. Lo scorso anno l’organizzazione è stata fantastica, i volontari erano veloci e disponibili e ci hanno fornito un supporto davvero prezioso; può sembrare un aspetto secondario, invece è un dettaglio fondamentale per noi atleti. Anche i trasporti sono stati ottimi, l’unica cosa un po’ “scomoda” è stata la pioggia (ride). Spero che ci sia grande affluenza di pubblico anche quest’anno e punto a fare bene; è chiaro che quando si gioca in casa le aspettative e la pressione salgono, ma sono stimoli positivi. Nella vita sono sempre stata abituata a pormi degli obiettivi e a cercare di raggiungerli, questo mi ha aiutato ad affrontare anche la malattia ed è un atteggiamento importante non solo nello sport, ma anche nel lavoro e in altri ambiti.
Alla conferenza di presentazione dell’evento (organizzato dalla società U.S. Pisascherma con la collaborazione del CUS Pisa e patrocinato da Regione Toscana, Comune e Università di Pisa) era presente anche il Rettore Paolo Mancarella: “Sono stato per 15 anni Prorettore alla disabilità e mi ero già avvicinato al mondo della scherma grazie ad Alessia Biagini, studentessa del nostro Ateneo  vincitrice di cinque medaglie d’oro nella spada paralimpica. L’Università è parte attiva della manifestazione, dell’accompagnamento e dello spostamento degli atleti se ne occuperà anche quest’anno l’USID (Unità dei Servizi per l’Integrazione degli Studenti con Disabilità), il binomio sport-disabilità ha grande valore sociale e c’è grande entusiasmo. La lezione di vita che danno questi atleti con le loro imprese e le loro gioie vale più di cento lezioni in aula”.
Alla tappa pisana della Coppa del Mondo parteciperanno anche Loredana Triglia e Andreea Mogos (che con Bebe hanno conquistato la medaglia di bronzo a Rio nel fioretto a squadre), Emanuele Lambertini (presente in conferenza stampa assieme a Bebe e medaglia d’oro ai recenti Campionati del Mondo Under 17), Matteo Betti, Edoardo Giordan, Matteo Dei Rossi, Alessio Sarri, Andrea Pellegrini. I commissari tecnici sono Francesco Martinelli (spada), Fabio Giovannini (sciabola) e Simone Vanni (fioretto). Proprio Simone Vanni in conferenza stampa ha dichiarato: “Queste sono le ultime gare della stagione che chiudono un biennio molto intenso. Ci aspettiamo molto divertimento, dopo questa manifestazione i ragazzi potranno concedersi un po’ di vacanza…poca però, poi si torna in pedana”.
Al termine della conferenza c’è stato anche il blitz dell’inviata delle Iene Sabrina Nobile, la quale si è intrattenuta con Bebe per diversi minuti e ha intervistato la campionessa veneta.

  •   
  •  
  •  
  •