Atp Toronto risultati 8 agosto: Nadal, A.Zverev e Djokovic agli ottavi, fuori Thiem, Fognini e Raonic

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Novak Djokovic – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Nella terza giornata del Masters 1000 di Toronto la pioggia l’ha fatta da padrone, ritardando il programma del secondo turno, poi per fortuna completato non senza difficoltà. Nei 14 match giocati ieri esordio positivo per Rafa Nadal che ha avuto la meglio sul francese Paire; lo spagnolo dopo tre settimane di pausa dal circuito, ha vinto 6-2, 6-3. Dopo il primo set a senso unico, nel secondo il maiorchino ha avuto qualche difficoltà di troppo con il servizio subendo tre break, però è stato bravo a strappare il servizio al suo avversario quattro volte chiudendo la sfida a proprio favore.

Vittoria con un doppio 6-4 anche per l’altro favorito A.Zverev che ha avuto la meglio sull’americano Klahn proveniente dalle qualificazioni; il tedesco ha giocato una partita solida non concedendo palle break e ha avuto dal suo servizio la chiave per vincere l’incontro: infatti con la prima di battuta è riuscito a vincere l’85% dei punti (29 su 34) conditi da 7 aces e con un break per set è riuscito a qualificarsi agli ottavi.

Il ritrovato Novak Djokovic dopo la vittoria in scioltezza del primo turno, si è confermato anche con il tennista di casa Polansky entrato in tabellone grazie ad una wild card; per lui è la quarta vittoria su quattro sfide contro il canadese. Nel primo set equilibrio fino al 3-3, poi il serbo ha ingranato la quinta vincendo tre giochi consecutivi chiudendo per 6-3, mentre nel secondo ha controllato la situazione come suo solito per poi piazzare il break decisivo al nono gioco chiudendo la contesa con il parziale di 6-4 non concedendo al suo avversario nessuna palla break.

Leggi anche:  Nadal risponde alla polemica di Pella: "Ci sono sempre lamentele quando si ha uno svantaggio, ma quando uno ha un vantaggio non si lamenta mai"

Purtroppo è finita la corsa dell’azzurro Fabio Fognini uscito sconfitto contro il canadese Shapovalov per 6-3, 7-5; dopo un primo set vinto abbastanza facilmente dal tennista di casa , nel secondo l’italiano, grazie a un doppio break si era ritrovato sul 4-0, ma li poi si è paradossalmente bloccato finendo per subire un parziale di sette giochi a uno che ha chiuso l’ha contesa sul 7-5. Il tennista ligure è apparso meno brillante fisicamente, risentendo dei tanti match giocati nell’ultimo mese.

La testa di serie numero 4, il sudafricano Anderson, ha rischiato grosso contro il russo Donskoy riuscendo a prevalere solamente al tie break del terzo set (dominato per 7-0); dopo aver perso il primo per 6-4, il finalista dell’ultimo Wimbledon si è aggrappato al suo implacabile servizio che gli ha permesso di ottenere l’84% di punti con la prima conditi da 14 aces tirandolo fuori da una situazione che si stava complicando.

Leggi anche:  Nadal risponde alla polemica di Pella: "Ci sono sempre lamentele quando si ha uno svantaggio, ma quando uno ha un vantaggio non si lamenta mai"

Eliminata la testa di serie numero 7 Thiem dal greco Tsitsipas: in questi ultimi mesi l’austriaco sembra l’ombra di se stesso e anche ieri contro il Next Gen ellenico è uscito battuto in due set. Il suo avversario è stato molto bravo per tutto il match e con un grande servizio (38 punti su 40 con la prima) e senza concedere palle break, ha indirizzato l’incontro a proprio favore.

Eliminazione un pò a sorpresa per il tennista di casa Raonic che in queste ultime settimane stava tornando in forma dopo i tanti infortuni patiti negli ultimi mesi, ma il suo avversario, l’americano Tiafoe, è sempre un osso duro sul cemento e ha finito per vincere 6-1 al terzo set dopo i primi due molto equilibrati. L’incontro è durato 3 ore e 13 minuti, il più lungo di quelli giocati ieri.

Eliminati anche la testa di serie numero 12 Carreno Busta ma il ventiduenne Khachanov ha dimostrato di essere più solido su questa superficie rispetto al tennista spagnolo vincendo in due set comunque piuttosto combattuti: 6-4, 7-6 la vittoria per il russo.

Leggi anche:  Nadal risponde alla polemica di Pella: "Ci sono sempre lamentele quando si ha uno svantaggio, ma quando uno ha un vantaggio non si lamenta mai"

Vittorie con il brivido per lo svizzero Wawrinka e il russo Medvedev che hanno vinto ambedue al tie break del terzo set, rispettivamente contro l’ungherese Fucsovics e il canadese Auger-Aliassime: lo svizzero si è imposto per 12 punti a 10 mentre il russo per 9-7 in match trilling che si conclusi sul filo del rasoio.

Passano il turno altre due teste di serie: l’americano Isner che ha battuto il francese Herbert in due set, mentre all’argentino Schwartzman ne sono serviti tre per battere l’altro statunitense Querrey dominando quello conclusivo per

.

Di seguito tutti i risultati di secondo turno di mercoledì 8 agosto

Nadal-Paire 6-2, 6-3
A.Zverev-Klahn 6-4
Anderson-Donskoy 4-6, 6-2, 7-6 (0)
Tsitsipas-Thiem 6-4, 7-6 (6)
Isner-Herbert 7-6 (3), 6-2
Djokovic-Polansky 6-3, 6-4
Schwartzman-Querrey 6-4, 3-6, 6-1
Khachanov-Carreno Busta 6-4, 7-6 (3)
Shapovalov-Fognini 6-3, 7-5
Haase-Youzhny 7-5, 6-2
Ivashka-Harrison  7-6 (5), 6-4
Medvedev-Auger-Aliassime 3-6, 6-4, 7-6 (7)
Tiafoe-Raonic 7-6 (4), 4-6, 6-1
Wawrinka-Fucsovics 1-6, 7-6 (2), 7-6 (10)

  •   
  •  
  •  
  •