Crisi Inter, Moratti: “Dipende molto dai giocatori”

Pubblicato il autore: Concetta Manuppelli Segui
L'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti

L’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti


L’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti, intervistato di recente, si è espresso in merito alla situazione di crisi che la squadra neroazzurra sta attraversando e a tale proposito, ha voluto rilasciare la seguente dichiarazione: “C’è poco da commentare, è un problema psicologico. Non c’è niente da fare, sta girando così. In questi casi c’è​ soltanto da capire dove c’è una luce e convincere in campo senza pensare troppo al futuro.”
Oltre a riconoscere e ad ammettere il periodo negativo che la squadra interista sta passando, Moratti si è anche espresso fiducioso nei confronti di Suning, nonostante le avversità incontrate finora dalla società neroazzurra, dichiarando: “Ognuno ha il suo modo di gestire una società. Questi nuovi azionisti stanno tentando di costruire qualcosa, ma non hanno avuto fortuna in questo momento, ma il gruppo e le persone sono molto serie. Bisogna dargli la fiducia.”
Moratti, inoltre, si è pronunciato anche sulla questione dell’esonero di Pioli, affermando: “L’ho trovato abbastanza normale. Era inutile anche una permanenza, è una decisione per non dare neanche l’esempio che un allenatore che non vince da sette partite rimane lì comunque. L’ho trovata una decisione abbastanza ovvia, pur rispettando Pioli, e anche per avere un’idea di cosa sono i giocatori al di là dell’allenatore e la risposta c’è stata ieri (riferito alla partita Inter-Sassuolo).”
Con queste parole, Moratti ha lasciato intendere che le numerose sconfitte patite recentemente dall’Inter, nonostante l’esonero di Pioli, non sono da attribuire solo ed esclusivamente all’allenatore. A tale proposito, lo stesso Moratti ha, infatti, affermato: “Mi auguro che i giocatori rispondano , chiunque sia l’allenatore. Dipende molto dai giocatori, dal gruppo, dallo spirito, dalla serietà che ci metteranno, dall’ambiente che troveranno.”
Con queste dichiarazioni, Moratti ha lasciato intendere chiaramente che buona parte delle responsabilità degli insuccessi della squadra neroazzurra sono da attribuire ai giocatori e lo stesso ex presidente della squadra interista dalle sue parole, ha fatto trasparire la convinzione che per uscire dalla spirale negativa all’interno dell’Inter serve tanto impegno, grande coesione e buon spirito di gruppo.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •