Inter nel caos: il direttore sportivo Ausilio attacca la società interista e l’ex bandiera neroazzurra Mazzola gli risponde

Pubblicato il autore: Concetta Manuppelli Segui


Le polemiche in casa Inter non si placano.
Il direttore sportivo neroazzurro Ausilio durante il Corso di Diritto Sportivo e Giustizia Sportiva all’Università degli Studi di Milano ha colto l’occasione per lanciare una frecciatina velenosa nei confronti della società neroazzurra.
A tale proposito, Ausilio ha, infatti, rilasciato la seguente dichiarazione: “Manca il senso di solidarietà, non sono riusciti a creare il gruppo per questioni di etnia, di età, ma anche di personalità e valori umani. Ci sono tanti gruppetti e tanta gente che pensa a se stessa. Ognuno non fa più del suo, non c’è grande personalità e forza d’animo.”
Il direttore sportivo si è, inoltre, sfogato dicendo: “Siamo andati su un allenatore che non conosceva la Serie A ma anche chi non aveva immaginazione poteva capire che saremmo partiti in ritardo rispetto agli altri.”
Lo stesso Ausilio ha anche ammesso: “Bisognerebbe essere più bravi nella comunicazione e la società dovrà fare meno errori rispetto ai tantissimi commessi quest’anno.”
Il direttore sportivo nerazzurro ha, infine, detto la sua in merito ai nuovi ed anche ai vecchi proprietari della società dell’Inter: “Oggi non è possibile pensare che nel calciomercato si possano spendere 200 o 300 milioni di euro. E non perché non lo si voglia, ma perché è impossibile. Noi oggi abbiamo una proprietà forte, solida. La nuova proprietà cinese potrebbe tranquillamente comprare i giocatori più famosi tipo Cristiano Ronaldo, ma la verità è che non possiamo farlo, perché c’è quel famoso Financial Fair Play che tiene conto dello sviluppo del club che a sua volta deve avere una struttura che gli permette di arrivare a giocatori di una certa importanza. È un percorso che richiede tempo, idee, management. Moratti non ha guadagnato un euro dall’Inter, ha sempre seguito la passione co gestione familiare. Poi c’è stato un signore in Indonesia (Thohir) che ha comprato il club, ha fatto un bel business e ha sicuramente favorito l’Inter in un percorso che oggi è quello di rinforzarsi nelle logiche del nuovo mercato.”

Le dichiarazioni rilasciate dal direttore sportivo neroazzurro Ausilio durante il Corso di Diritto Sportivo e Giustizia Sportiva all’Università degli Studi di Milano hanno fatto tanto clamore, suscitato scalpore e le risposte non sono tardate ad arrivare.
È il caso dell’ex bandiera neroazzurra Mazzola, il quale non ha particolarmente gradito le affermazioni fatte da Ausilio ed a tale riguardo, ha, infatti, voluto sottolineare: “Non le condivido, perché il gruppo l’ha costruito lui e se non c’è significa che chi ha costruito questo gruppo non è all’altezza e non ha formato una squadra da Inter.”
L’ex bandiera neroazzurra ha, inoltre, affermato: “Conosco bene Ausilio, l’ho portato io all’Interno, perché mi sembrava un giovane molto valido. Però, forse non ci sono i presupposti per fare un progetto di un certo tipo. Io non avrei fatto queste dichiarazioni, la cosa più importante è parlare in faccia ai giocatori e all’allenatore per capire i veri problemi. Così non si risolve niente. Nonostante tutto, però, l’Inter deve ripartire da lui, perché conosce l’ambiente e il mondo del calcio.”
Lo stesso Mazzola ha, infine, colto l’occasione per esprimere la sua opinione sul coordinatore tecnico Sabatini, per pronunciarsi sui miglioramenti che andrebbero apportati alla squadra neroazzurra e per fare il nome di colui che potrebbe essere, a suo avviso, un buon allenatore per l’Inter, dichiarando: “Lo conosco (riferito a Sabatini), sa quello che deve fare, è un professionista molto valido e farà bene il suo lavoro. Chi salverei di questa rosa? Ci sono almeno cinque giocatori dai quali ripartire. Poi bisogna andare a cercare quei due o tre acquisti soprattutto in difesa e centrocampo. Ma servono giocatori che facciano reparto da soli, non serve una rivoluzione. L’allenatore giusto per l’Inter? È difficile rispondere, Mourinho non credo che possa tornare.”
Che ne pensate delle dichiarazioni rilasciate da Ausilio e Mazzola, dalla parte di chi state?

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •