Juventus, Allegri e il difetto “italiano”: “ecco come dovevamo giocare con il Barcellona”

Pubblicato il autore: Stefano Scibilia Segui

potrebbe interessarti ancheJoao Felix continua a brillare, sfida Juve-City per strapparlo al Benfica

Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri è tornato a parlare della sconfitta subita questa settimana contro il Barcellona di Leo Messi, prima di scendere nuovamente in campo domani in casa del Sassuolo. Le domande sul match disputato contro i catalani sono state numerose, ma il tecnico toscano ha voluto evidenziare quello che non è stato fatto bene dai bianconeri: “normale che se lasciamo campo aperto al Barcellona è tutto più difficile. Abbiamo preso tre gol da ripartenze. Noi abbiamo imparato che dobbiamo fare quello che sappiamo fare meglio: non possiamo giocare come il Barcellona. Noi dobbiamo stare sempre attaccati alla partita e così possiamo battere queste squadre. In altri modi è difficile farlo”.

potrebbe interessarti ancheJuventus campione d’Italia: la situazione in classifica dopo 33 giornate

Tutti noi sappiamo che per vincere in Europa c’è bisogno di molta qualità, ma il tecnico bianconero sembrerebbe essere innamorato del metodo all’Italiana, ovvero quello di rimanere attaccati alla partita per cercare di limitare i danni. Questo modo di interpretare determinate partite in parte ha diviso i tifosi tra chi vorrebbe un gioco spettacolare e chi invece si accontenta di un risultato positivo anche senza incantare. Fino ad adesso Allegri ha dimostrato pienamente di saper ricoprire il suo ruolo, infatti le due finali di Champions raggiunte parlano chiaro, ma la ricerca di una maggiore qualità e di un leggero distacco dal metodo all’italiana potrebbero essere il segreto per poter reagire ed entrare nella storia.

notizie sul temaDelusione Napoli, ai tifosi manca il gioco di SarriTardelli: “Dybala soffre la presenza di Cristiano Ronaldo”Tabellone Atp Barcellona: Nadal e Zverev le prime due teste di serie, Fognini cerca il bis dopo Montecarlo
  •   
  •  
  •  
  •