Massimo Moratti su Marotta: “Mi piacerebbe vederlo all’Inter”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui
beppe-marotta-juventus-calciomercato

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Niente Figc per l’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti, che ai microfoni di Rmc Sport ha i motivi di un no che ha stupito un po’ tutti e ha lasciato campo libero a Gravina. Non erano pochi infatti, specialmente in serie A, gli estimatori di Massimo Moratti, ma l’ex patron nerazzurro non se l’è sentita, è ha rifiutato per rispetto:

“Non mi è sembrato corretto intraprendere questa strada per rispetto verso chi si era impegnato già da tempo e aveva raccolto i voti come Gravina. Però ho apprezzato la proposta di Andrea Agnelli, con lui il rapporto è sempre stato civile e affettuoso. Questa mossa credo possa cancellare le conseguenti arrabbiature dopo Calciopoli. Rimane la vicenda, ma non rimane il rancore”.

Risposta da vero signore da parte di un uomo che di classe ne ha da vendere e che rimarrà sempre nei cuori di ogni tifoso nerazzurro. Moratti parla anche di un possibile arrivo di Marotta all’Inter come direttore generale, ruolo che nella società del gruppo Suning è coperto ma che non dispiacerebbe viste le grandi capacità dell’ormai ex juventino:

potrebbe interessarti ancheInter-Roma 1-1 (Video Gol Serie A): Perisic risponde a El Shaarawy, a San Siro finisce in parità

“Non mi occupo di queste scelte, ma stimo molto Marotta. E’ stato molto capace sia prima sia dopo l’esperienza alla Juve. È una persona equilibrata che sa fare bene il proprio mestiere, lo apprezzerei tantissimo all’Inter”.

Spalletti?

“Dopo un inizio preoccupante è arrivata la sterzata con il Tottenham, da quel momento le cose sono cambiate e i risultati si vedono. È una squadra che ha carattere, può puntare al meglio per poi arrivare più in alto possibile”.

potrebbe interessarti ancheInter-Roma streaming gratis e diretta TV Serie A, dove vedere il match oggi dalle 20.30

Diplomatico e molto attaccato a quella che rimane la sua sqaudra. In ultimo sul capitano Icardi spiega:

 “Zanetti aveva un altro modo di fare, Icardi è un capitano perché ha imparato a esserlo, è protettivo e sorridente. Trascina la squadra coi suoi gol, indossa la fascia perché lo merita”.

notizie sul temaInter interessata a Danilo del Manchester CityIJF19, Valsecchi a SN: “In Leclerc rivedo Hamilton. Alla Ferrari serve affidabilità, ha i piloti giusti per vincere”Zaniolo, niente asta per il gioiello della Roma: no secco alla Juve
  •   
  •  
  •  
  •