Mehdi Benatia è un caso, il giocatore chiede più spazio nella Juventus. Possibile addio a gennaio?

Pubblicato il autore: Stefano Trentalange Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Ci sono momenti in cui sembra andare tutto per il verso giusto, quando si pensa che nulla possa scalfire la serenità che si respira in un determinato ambiente.
Ma l’atmosfera positiva non dura per sempre, altrimenti non esisterebbero i problemi che ogni giorno ci attanagliano e tutto si risolverebbe in una vita di assoluta monotonia e linearità. Invece, riprendendo la legge della conservazione della massa elaborata dal francese Antoine Lavoisier, «nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma».

Nell’ambito calcistico, il famoso postulato scientifico si allaccia perfettamente alla grana Medhi Benatia, centrale di difesa marocchino della Juventus. Il giocatore ha mostrato pubblicamente la propria irritazione per il minor minutaggio concessogli finora rispetto alla passata stagione. Il disappunto dell’ex difensore di Roma e Bayern Monaco è tangibile nella sua intervista a La Stampa: «Faccio fatica a giocare una partita ogni tanto. L’anno scorso facevo bene perché avevo più continuità, purtroppo adesso non ce l’ho. Questo fa parte del mio mestiere, devo sempre lavorare per farmi trovare pronto, ma non è una situazione piacevole. È normale che non mi vada bene, ho 31 anni e devo cercare di giocare il più possibile. Via a gennaio? Vediamo cosa succederà: quanto sarò stato utilizzato, se la Juve avrà ancora bisogno di me, se andrò bene ad Allegri».

potrebbe interessarti ancheJuventus-Atalanta 1-1 (Video Gol Serie A): Mandzukic risponde a Ilicic, bergamaschi ad un passo dalla Champions

Le dichiarazioni di Benatia farebbero pensare a rapporti non più idilliaci con Max Allegri, il quale, dopo il ritorno alla base di Bonucci, non ci ha pensato due volte a dare di nuovo piena fiducia al duo di centrali storici composto dall’ex capitano del Milan e Chiellini.
Sia chiaro, non è ancora una dichiarazione di guerra, ma il malcontento pubblico di Benatia non è da prendere alla leggera. Quando sembra che alla Juventus vada tutto per il meglio tra campionato dominato anche quest’anno e ottavi di finale di Champions già in cassaforte, arriva un fulmine a ciel sereno a rovinare il momento perfetto del carrarmato bianconero. Le lamentele del difensore marocchino non implicano, a sua detta, una sua mancanza di impegno e di professionalità ogniqualvolta verrà chiamato in causa, anche se si trattasse di giocare in Champions League.
C’è, però, da registrare anche la mancanza di polemiche da parte di un giovane in rampa di lancio come Rugani, anche lui spesso sacrificato in panchina in nome degli intoccabili pilastri della difesa juventina. A 24 anni, il difensore della Nazionale potrebbe avanzare pretese legittime su un suo maggiore impiego da parte di Allegri mentre, invece, resta al suo posto per adesso in attesa del suo momento. Le statistiche parlano chiaro in questo senso: Rugani ha 2 presenze da titolare in campionato finora, mentre Benatia ha già raggiunto quota 4.

potrebbe interessarti ancheJuventus-Atalanta streaming e diretta tv Serie A, oggi 19 maggio dalle 20.30

In attesa di capire gli sviluppi della vicenda Benatia e le reazioni da parte del suo allenatore e della dirigenza, c’è la possibilità concreta di un suo addio a gennaio, magari in direzione Barcellona, visti i problemi difensivi registrati, di tanto in tanto, dalla squadra catalana. L’allenatore blaugrana Valverde sarebbe, infatti, alla ricerca di un centrale difensivo di esperienza da affiancare al pacchetto arretrato formato da Lenglet, Umtiti e Piqué. Dal canto suo, la Juventus probabilmente spingerà per trattenere Benatia almeno fino a giugno, per evitare di ritrovarsi a febbraio con la coperta corta in difesa quando il momento clou della stagione europea sarà alle porte.

notizie sul temaMaurizio Sarri, è da stile Juve?LIVE conferenza Stampa Allegri-AgnelliAllegri tra passato, presente e futuro: una notizia che non può lasciare niente invariato
  •   
  •  
  •  
  •