Marotta Inter ci siamo: l’ex presidente Moratti accoglie l’ex bianconero, arriverà anche Antonio Conte?

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui
during the Premier League match between Chelsea and Leicester City at Stamford Bridge on January 13, 2018 in London, England.

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Ormai la firma è questione di giorni, Marotta Inter si farà, con al benedizione anche dell’ex presidente Moratti, che ha lasciato i nerazzurri ormai da 4 anni ma continua a essere vicino all’ambiente Inter grazie anche alla società Inter Campus guidata dai figli Carlotta e Angelomario che sono rispettivamente presidente e Amministratore delegato e di proprietà dell’Inter, nonché al fatto che la moglie, Milly Moratti, è Advisory Board dell’Inter. Per Massimo Moratti il passato di un buon dirigente non conta, ma deve essere valutata la sola professionalità, cosa che di certo non manca all’ex Direttore generale della Juventus:

“L’arrivo di Marotta sarà molto utile alla società. Ha esperienza e una conoscenza a 360 gradi del calcio e quindi credo possa essere utilissimo. Il presidente, Steven Zhang,  mi ha chiesto un parere, gliene ho parlato bene, ma aveva già in mente di fare tutto. È un professionista, credo che gli sia stato utile lavorare a Torino e portare a casa tante vittorie. Poi sono i calciatori a portare a casa i risultati, speriamo che rinforzando la società i giocatori possano ottenere i risultati che l’Inter merita per quello che ha costruito”.

Sul mercato l’ex patron spera nell’acquisto di Chiesa, che considera un giocatore adattissimo all’Inter:

“Leggo sui giornali nomi di giovani italiani bravi, mi muoverei in questo ambito. Chiesa? Serve lui o anche giocatori di altro tipo ma che abbiano il talento come caratteristica”.

potrebbe interessarti ancheInter, Kovacic freme per tornare in Italia

Sui tre incontri fondamentali per questa stagione, ovvero Tottenham, Roma e Juventus Massimo Moratti è fiducioso, perché spera di rivedere la squadra che ha vinto contro Lazio e Genoa, e non quella caduta a Bergamo:

“Io penso alla squadra precedente a quella che ha perso con l’Atalanta: ci sono le possibilità di far bene anche nelle prossime difficili partite. Credo sia un fatto psicologico e atletico, ma soprattutto sul secondo penso si possa intervenire. Credo ci sia la possibilità di far bene e ottenere risultati: ogni partita è difficile ma questa squadra piano piano sta acquisendo l’esperienza giusta”.

Marotta Inter: possibile addio di Spalletti?

Con l’arrivo di Marotta all’Inter ci potrebbe anche essere un avvicendamento alla guida tecnica, come si è potuto vedere quando arrivò Sabatini e portò Spalletti, ora Marotta potrebbe portare il tecnico che ha aperto con lui il ciclo vincente alla Juventus, ovvero l’ex tecnico della nazionale e del Chelsea Antonio Conte, avvicinato più volte ai nerazzurri e che potrebbe quindi arrivare a luglio in caso di un crollo dell’Inter spallettiana, che quest’anno è chiamata ad andare avanti il più possibile in Champions e arrivare almeno terzo, se non secondo, in campionato.

potrebbe interessarti ancheInter, l’impronta di Conte sul mercato nerazzurro

Spalletti deve infatti dimostrare, dopo la campagna acquisti estiva, di meritare un posto come allenatore all’Inter, portando risultati migliori rispetto allo scorso anno, in pratica un’uscita dalla Champions al primo turno, e un quarto posto in campionato non saranno giustificati e favorirebbero l’arrivo di Conte. Le prossime 3 partite decideranno quindi molte cose per il tecnico toscano che dopo la batosta subita contro l’Atalanta torna ora a essere messo in discussione.

L’addio di Sabatini e il possibile arrivo di Marotta faciliterebbero poi l’arrivo dell’ex tecnico del Chelsea, legatissimo all’ex bianconero in virtù delle vittorie maturate a Torino. A Milano si potrebbe infatti ricostruire il connubio che porto la Juventus al suo ritorno alla ribalta. Ovvero l’accoppiata Marotta-Conte. Questo spiegherebbe anche il o dell’ex Ct azzurro al Real Madrid, forse in accordo con questa trattativa di Moratta all’Inter.

A Milano si potrebbe infatti ricostruire il connubio che porto la Juventus al suo ritorno alla ribalta. Ovvero l’accoppiata Marotta-Conte. Questo spiegherebbe anche il o dell’ex Ct azzurro al Real Madrid, forse in accordo con questa trattativa di Moratta all’Inter.

notizie sul temaInter: inizia la rivoluzione di ConteInter, il punto sul calciomercato: tre possibilità per Icardi, lo United fa ‘muro’ su LukakuInter:si accende il mercato estivo
  •   
  •  
  •  
  •