Juventus, Chiellini: “La Juve sa sempre crescere e migliorarsi”

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui

Juventus – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Parola al capitano della Juventus, Giorgio Chiellini, ai microfoni di DAZN, dove racconta di sé in bianconero, del prossimo derby e di come preparano le gare alla Continassa.

potrebbe interessarti ancheJuventus, dalla Spagna: De Light ad un passo, Paratici lavora per limare i dettagli

La delicata sfida contro il Torino è imminente, sabato 15 dicembre alle ore 20,10, appena dopo  3 giorni dalla gara di Champions League, Chiellini ha le idee chiare: Il Torino è cresciuto tanto. come qualità e quantità, anche nelle ripartenze. Mazzarri ha fatto tanto, un salto in avanti, può mirare anche all’Europa, e quindi metterci in difficoltà”. Contro i Granata non c’è nessun sentimento di ostilità, anzi, Giorgio ammette: “Al di là dei 180 minuti di rivalità durante i due derby annuali, è una squadra che mi piace. Anche Cristiano Ronaldo ha capito che è una partita speciale, che qui sono due le partite che non sono come le altre: Inter e Torino”.

potrebbe interessarti ancheStorie di Calcio: Michel Platini

Non è semplice prepararsi ad una partita, il Chiello racconta le sue abitudini: Prima di una partita mi preparo analizzando prima le nostre partite, poi studiando l’avversario. In campo succede sempre tutto molto velocemente, gli avversari si muovono velocemente e con le loro azioni repentine riescono sempre a stupirti. Durante la mia carriera due sono i giocatori più forti: Cristiano Ronaldo, che fortunatamente adesso gioca con me, e Mauro Icardi”. Giocare nella Juventus è una sfida continua e motivo di crescita e il Capitano lo sa, visto che milita in bianconero da ben 13 anni, stagione 2005/06: “Abbiamo sempre lavorato per metterci in gioco, crescendo e migliorando dai nostri errori. Ad oggi abbiamo dei margini di miglioramento. Secondo me devi chiudere la partita appena puoi, l’uno a zero è perfetto fino all’ora di gioco, poi si deve chiudere, sprechi anche meno energie. Il bello della Juve è proprio questa capacità di migliorarsi e cambiare sempre“.

notizie sul temaCaso Kean-Zaniolo, Di Biagio chiarisce: “le regole vanno rispettate”Moggi: “La Juventus non viene aiutata dagli arbitri. Mandzukic va via, Higuain resta con Sarri”De Ligt sempre più vicino alla Juventus, ma occhio al Liverpool
  •   
  •  
  •  
  •