Morto Reyes, ex calciatore del Siviglia e dell’Arsenal

Pubblicato il autore: SimonaLucia93 Segui


José Antonio Reyes, il centrocampista spagnolo che detiene il primato di vittorie in coppa UEFA/Europa League, ha perso la vita oggi, 1 giugno 2019, in un tragico incidente stradale a Utrea. Ad annunciarne la tragica morte è stato lo stesso club nel quale debuttò nel lontano 1999: il Siviglia.

La carriera di Reyes

A 16 anni, Reyes debuttò nel Siviglia, grazie al quale è cresciuto notevolmente a livello calcistico. Durante i primi anni della sua carriera sportiva, ha preso parte a tutte le selezioni nazionali del suo paese, indossando le maglie dell’Under-16, Under-19 (con la quale ha vinto un campionato europeo) e Under-21. Nel 2004, invece, si trasferisce nell’Arsenal per ben 35 milioni di euro. Sempre nel 2004 ha preso parte al match contro il Manchester City e, nello stesso anno, è riuscito a vincere la Premier League – è stato il primo spagnolo a vincere il campionato inglese.

Sono stati tanti i successi raggiunti durante la sua intera carriera. Reyes, infatti, insieme ai suoi compagni, ha anche vinto la FA Cup e, nel 2006, ha raggiunto la finale Uefa Champions League, perdendo contro il Barcellona. Dopo questi anni molto intensi e fatto di grandi traguardi raggiunti con l’Arsenal, è stato poi ceduto a diverse squadre: al Real Madrid, all’Atlético Madrid e, in prestito, al Benfica. Dopo un anno dal prestito, è tornato poi all’Atlético. Dal 2016, invece, è passato all’Espanyol, per poi firmare il contratto con il Cordoba Club de Fùtbol. Successivamente è passato, soltanto per un paio di mesi, al club cinese Xinjiang ed è poi tornato alla Liga con l’Extremadura, conquistando – quest’anno – la salvezza.

L’incidente di Reyes

Stamattina, verso le ore 11:40, Reyes è rimasto coinvolto in un incidente automobilistico nel quale ha perso la vita. Insieme a lui, anche due dei suoi cugini. Il suo veicolo, è uscito fuori strada e poi ha preso fuoco. Non vi è stato scampo per i tre passeggeri.

potrebbe interessarti ancheLa telenovela James Rodriguez continua, anche Mertens chiede rinforzi

Per commemorare la morte dell’ex centrocampista, l’Uefa ha deciso di fare un minuto di silenzio prima della finale di Champions League – la quale avrà luogo a Madrid alle ore 21. Ad annunciare la tragica notizia, è stato il club del Siviglia su twitter: “Non potremmo dare una notizia peggiore, ha esordito la squadra nel post che nessuno dei tifosi avrebbe mai pensato di leggere. “Il nostro caro canterano José Antonio Reyes, è morto in un incidente stradale. Riposa in pace“.

In molti sono ancora afflitti per la tragica morte del giovane calciatore spagnolo. Alcuni, hanno voluto condividere il loro dolore sui social, come, ad esempio, Sergio Ramos – capitano della nazionale spagnola e del Real Madrid – il quale ha così commentato la sua costernazione per la perdita di Reyes: “Sono devastato, distrutto, non ho parole. Tutto il mio affetto per la sua famiglia. Non ci dimenticheremo mai di te, amico mio“.  Ramon Rodriguez Verdejo – Monchi – ha, invece, scritto così: “Una notizia impossibile da credere, impossibile da digerire. Quanto è dura, Dio mio. Un dolore troppo grande. Corri sulla fascia sinistra anche da lassù“.

Una vita stroncata troppo presto. Un ragazzo ancora pieno di vita e di forza di volontà, il quale aveva tanto da dimostrare e tanti traguardi da aggiungere ai suoi successi. Per le sue abilità tecniche era soprannominato “La perla di Utrera” ed è proprio nel suo paese natale – Utrera – che ha perso la vita insieme ai suoi cugini. Un lutto che ha colpito l’intero mondo del calcio per la perdita di un grande giocatore come Reyes.

notizie sul temaBale in uscita dal Real Madrid: spuntano due ipotesi per luiDiego Costa verso il Flamengo: l’attaccante torna in BrasileInter, si sblocca l’affare Lukaku? Un aiuto può arrivare dall’Atletico…
  •   
  •  
  •  
  •