Supercoppa Volley femminile, Conegliano-Novara: un trofeo che vale tanto

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui
NANJING, CHINA - AUGUST 06: #5 Ofelia Malinov, #6 Moncia De Gennaro, #7 Raphaela Folie, #9 Caterina Bosetti and team mates of Italy celebrate a point during the final match between Brazil and Italy during 2017 Nanjing FIVB World Grand Prix Finals on August 6, 2017 in Nanjing, China. (Photo by Zhong Zhi/Getty Images)

Foto professionale Getty Images© selezionata da SuperNews

 


E’ tutto pronto. Domani sera al PalaVerde di Treviso, inizio ore 20.30, è in programma il primo trofeo stagionale. Conegliano e Novara si sfideranno nella Supercoppa Italiana di volley femminile. Una rivalità storica, che cresce di stagione in stagione e arrivata alla sua quarta finale consecutiva tra i due club in meno di 12 mesi: tutto è iniziato a Novara e vinta dalla squadra di casa, poi è proseguito con la Coppa Italia a Bologna, conquistata dalle piemontesi e infine la finale scudetto vinta da Conegliano. In mezzo il Mondiale, con la Nazionale uscita sconfitta nella finale dalla Serbia.

Non solo le giocatrici si giocano una partita fondamentale, ma anche le due società non vedono l’ora di aprire le danze. Il Conegliano, che ha come presidente Garbellotto, è al settimo cielo e non vede l’ora di questa sfida. Quando ci sono queste gare freme per arrivare al momento della partita. Le due società sono un mix vincente tra squadra ed imprenditoria nel settore gastronomico – basti pensare al consorzio del prosecco legato a Conegliano e il gorgonzola vicino al club piemontese. Insomma, due eccellenze sportive non solo in Italia, ma anche a livello europeo.


Supercoppa Volley, Conegliano-Novara: ambizioni future, rivalità storiche e tanti rinnovi

Questa Supercoppa di volley si basa sull’ idea vincente di due imprenditori del Nord Italia che da anni ha scelto di investire nello sport, in particolare nella pallavolo femminile. Per loro è una sorta di missione, che anno dopo anno ha iniziato a portare i suoi frutti. Investire sul territorio è importante non solo per l’ economia ma anche per il futuro del nostro paese.

Dopo aver vinto il massimo possibile in Italia, ora le due compagini hanno un altro grande obiettivo, conquistare la Champions League di volley femminile. Entrambe, infatti, puntano a confermarsi come migliori realtà italiane ed europee. Se da una parte Conegliano non ha problemi e preferisce rimanere con i piedi per terra, il Novara, dopo la sconfitta europea nei quarti di finale contro il Galatasaray, è ripartita a mille e ha iniziato a costruire una nuova squadra, inserendo solo 6 nuove ragazze.

La sfida tra Conegliano e Novara, però, non è solo una semplice sfida. Dietro c’è una sorta di rivalità storica, che negli anni vale importanti traguardi. Domani sera sarà la quarta volta che le due società si sfidano in 12 mesi. La Igor Novara ha però un’ arma in più per se: si tratta di Paola Egonu, una delle più forti giocatrici di volley a livello internazionale. Negli ultimi giorni è stata oggetto di critiche per aver rivelato la propria omosessualità: al Mondiale è riuscita a trascinare la sua nazionale ad un grande risultato, arrivando fino alla Finale, persa poi contro la Serbia. Le critiche non sono un problema e domani sera potrà far vedere chi è. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  VNL 2021, termina il cammino dell'Italia pallavolo maschile, bilancio e classifica finale