Il golf è tra i primi sport a ripartire

Pubblicato il autore: Vinz Segui

Dopo l’ufficialità della notizia negli Stati Uniti, anche in Italia il golf, seguito da nuoto e formula 1, sarà uno dei primi sport a ripartire dopo l’emergenza sanitaria. A dirlo è Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute, intervenuto a Radio Kiss Kiss Napoli. Il politico durante la trasmissione radiofonica ha ipotizzato anche la possibile ripresa delle gare di tennis: “Ma senza pubblico”.

Golf, i dubbi di Koepka

Brooks Koepka non nasconde le sue perplessità di fronte all’annuncio di riprendere le competizioni di golf l’11 giugno. Il PGA Tour ha previsto i primi 4 eventi a porte chiuse (Charles Challenge, RBC Heritage, Travelers Championship e Rocket Mortage Classic – ndr). Secondo l’ex numero 1 al mondo non avrebbe senso giocare a golf senza il supporto dei tifosi: “Scendere in campo e sentire l’applauso del pubblico è speciale. Immagino la scena di un putt decisivo, all’ultima buca, solo lì con il mio caddie. Non sarebbe certo emozionante.”

La situazione degli altri sport

In Italia il nostro viceministro della Salute è scettico sulla possibilità di organizzare gli eventi sportivi solo al centro-sud, dove la diffusione del Covid-19 è più contenuta: “Gli stadi non si potranno aprire e se si fa una partita a porte chiuse è indifferente il luogo. Senza tifosi non ci sono rischi, poi dove la giochi la giochi”.
Buone notizie per i sportivi amatoriali, infatti Sileri anticipa che: “Si potrà praticare sport anche a livello amatoriale ma per non più di 40 minuti”.

  •   
  •  
  •  
  •