Zanardi, i medici: “Nulla è cambiato”

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


Continua la battaglia dei Alex Zanardi. Il pilota di handbike ha passato la terza notte in terapia intensiva neurochirurgica al San Raffaele di Milano, dopo essere arrivato pochi giorni fa dal trasferimento da Villa Beretta, la clinica neuro-riabilitativa del lecchese, dove era stato trasferito dall’Ospedale Le Scotte di Siena, in cui si pensava che Zanardi era pronto alla fase riabilitativa. Le notizie che trapelano dalla struttura sono davvero pochissime, ma chi conosce bene questi casi invita ad agire con cautela. A sottolinearlo al Corriere della Sera è Roberto Biagioni, il medico del 118 che gli ha prestato soccorso subito dopo l’incidente. La scelta di trasferirlo al San Raffaele di Milano è stata ritenuta necessaria dopo che alcuni parametri erano risultati instabili, ma è bene ricordare come un processo di questo tipo possa richiedere tempi lunghi ed esiti anche altalenanti. 

Zanardi, nessuna nvoità

Nulla è cambiato”. La terza notte passata da Alex Zanardi nel reparto di terapia intensiva neurochirurgica del San Raffaele di Milano non ha portato nessuna novità. Questo comunica l’ufficio stampa dell’ospedale milanese che ha aggiunto che al momento non sono previste ulteriori comunicazioni sul campione paralimpico vittima di un incidente con la sua handbike il 19 giugno, 40 giorni fa. Ci saranno comunicazione solamente nel momento in cui ci saranno novità significative sullo stato di salute dell’ex pilota F1.

  •   
  •  
  •  
  •