Fabio Aru: “Cerco un progetto”. Il chiarimento del corridore

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Fabio Aru è intervenuto come ospite alla trasmissione Radio Corsa andata in onda su RaiSport dove ha voluto chiarire un po’ le voci che circolano sul suo futuro. Al riguardo ha affermato: “Io so bene. Mi è capitato di leggere tante cose, potrei scrivere un libro in due mesi su quanto cose si sono dette su di me. Le cose sono andate un po’ così in questi ultimi anni. Cosa non rifarei? Non ascolterei tante persone che ho ascoltato: quando fai dei buoni risultati tutti ti vogliono dare dei consigli e bisogna ascoltarne solo alcuni.  Quando vinci hai 20-30 cugini, 10 fratelli, genitori dappertutto e invece quando le cose non vanno benissimo tanti ti voltano le spalle, ti criticano, ma così è la vita”.

 

Leggi anche:  Ciclomercato 2022, Ineos Grenadiers vuole Nibali? L'indiscrezione

Fabio Aru cerca un progetto per tornare ad alti livelli

Aru non ha ancora svelato per quale squadra correrà la prossima stagione. Però ha voluto precisare che per il futuro cerca un progetto e non i soldi. Su questo aspetto ha sottolineato: “Non è una questione economica, ma di progetto e di programmazione. Deve esserci un cambiamento. A livello economico il ciclismo ha risentito parecchio di questa situazione. Mi sono voluto prendere tutto il tempo necessario. Io mi sono sempre allenato, sono sempre andato in bicicletta. Mi sono sempre tenuto in forma e non manca tanto, a giorni si saprà qualcosa in più”.
I tifosi di Aru quindi tra qualche giorno scopriranno quale sarà il destino del Cavaliere dei Quattro Mori. Ricordiamo che nel 2021 oltre le grandi corse a tappe come il Tour de France, il Giro d’Italia e la Vuelta di Spagna, sono in programma anche le Olimpiadi di Tokyo. Queste infatti, erano prima in programma per l’estate 2020, poi sono state rinviate a causa della pandemia mondiale che ha rivoluzionato il mondo dello sport e non solo.

Leggi anche:  L'agente di Nibali smentisce i contatti con l'Ineos

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: