Fabio Aru dice sì ai Mondiali di Ciclocross. Le dichiarazioni

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui


Fabio Aru dice sì ai Mondiali di Ciclocross. Il Cavaliere dei Quattro Mori sta continuando a divertirsi nel fango, prendendo parte alle corse di ciclocross in programma in questi giorni. In un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, ha spiegato: “E’ un vero ritorno alle radici, alla semplicità. E’ come se fossi tornato ragazzino: lavarsi con la tanica d’acqua, per esempio. E’ una lezione di vita, è bello”.
Aru ha aggiunto: “Queste corse sono più dure di una cronometro su strada, si fanno 15-16 chilometri all’ora ma nel fango, peggio di una salita. Un bel lavoro, che mi ritroverò più avanti sulla strada”.

Fabio Aru dice sì ai Mondiali di Ciclocross

Fabio Aru vuole partecipare anche ai Mondiali di Ciclocross in programma alla fine del mese di gennaio. Proprio sulla corsa, Aru ha spiegato: “Il Mondiale è anche compatibile con il ritiro della squadra, iniziamo il 19 gennaio a Girona, restiamo lì sino a fine mese, e dalla Spagna potrei andare direttamente in Belgio. Con le date ci siamo. Se il c.t. mi vuole, io sono disponibile”. Non resta quindi che attendere la decisione del Ct Scotti. Mentre il Cavaliere dei Quattro Mori lo ritroveremo in corsa domenica al campionato italiano a Lecce.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Tokyo 2021, le azzurre del canottaggio entrano nella storia. Bronzo per il duo Oppo-Ruta
Tags: