Mondiali di Ciclocross: non solo Van Aert e Van der Poel

Pubblicato il autore: Claudio Li Gotti Segui


E’ ormai da qualche anno che ci deliziamo di uno dei duelli più spettacolari della storia del ciclismo, sia su strada che (soprattutto) nella specialità del ciclocross: quello tra i due giovani fuoriclasse Wout Van Aert e Mathieu Van der Poel. I Mondiali di Ciclocross 2021 che si svolgeranno da sabato ad Ostenda, in Belgio, saranno l’ennesimo capitolo di questa appassionante rivalità; Van Aert ha appena vinto la Coppa del Mondo di specialità, trionfando proprio su Van der Poel, il quale invece è il campione del mondo in carica.

E sono ancora fresche e scolpite nella memoria le immagini del successo di Van der Poel, su strada stavolta, al Giro delle Fiandre di qualche mese fa, vinto per pochi centimetri sul rivale. E’ inutile ribadire che i due corridori sono i superfavoriti alla vittoria finale. La domanda è lecita: ci sarà la possibilità per qualche outsider di inserirsi in questa lotta a due?

Leggi anche:  Tanti Campioni del ciclismo premiati alla Notte degli Oscar Tuttobici

Il ritorno di Zdenek Stybar

Il 35enne ciclista ceco è già stato per tre volte campione del mondo della disciplina (l’ultima sette anni fa) ed ha dichiarato che sarà ai nastri di partenza della gara uomini élite (in programma il 31 gennaio). Il corridore della Deceunink-Quick Step ha precisato che non lotterà per la vittoria; però, considerato il percorso non troppo tecnico e più adatto a corridori potenti, potrebbe risultare un’insidioso avversario, data anche la sua notevole esperienza.

Gli italiani

Aveva suscitato un particolare interesse la presenza di Fabio Aru nelle ultime gare di ciclocross del calendario. Il ciclista sardo, che ha scelto il cross per riprendersi da una stagione su strada ampiamente negativa, ha però deciso di rinunciare al Mondiale di Ostenda. Il c.t. della Nazionale di Ciclocross, Fausto Scotti, ha dunque convocato i 16 corridori che saranno impegnati nelle varie gare in programma; in particolare, tra gli uomini élite, spiccano i nomi di Dorigoni e Bertolini. Il valore assoluto dei due favoriti, Van Aert e Van der Poel, è chiaramente al di sopra delle nostre possibilità ma possiamo comunque ambire a disputare un buon Mondiale, come ha dichiarato il c.t. Scotti.

  •   
  •  
  •  
  •