UAE Tour, il commento di Vincenzo Nibali sull’attacco in salita

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui


L’UAE Tour si sta correndo in questi giorni e tra i protagonisti c’è sicuramente lo Squalo dello Stretto Vincenzo Nibali. Il corridore messinese ha attaccato in salita durante la quinta tappa della corsa. In questa esperienza il corridore sta sicuramente affinando la forma fisica in vista delle prossime corse. Ricordiamo infatti che nel mirino dello Squalo, oltre alle grandi corse a tappe, ci sono sicuramente le Olimpiadi di Tokyo 2021.

Uae Tour, il commento di Nibali

Nibali ha così commentato la sua prestazione, come riportato da Oasport: “Il ritardo accumulato per colpa dei ventagli nella prima tappa mi ha lasciato maggiore libertà d’azione. Sia la tappa di Jabel Hafeet che quella di oggi sono stati due test interessanti. L’altro giorno ho sofferto il percorso, più breve ed esplosivo, oggi invece ho trovato terreno più adatto alle mie caratteristiche. Una salita lunga e da alte velocità. Prima degli ultimi chilometri, ho cercato di stare con Mattias Jensen per aiutarlo a tenere la posizione e conservare la sua top ten.

E poi mi sono affidato all’istinto. Stavo bene, volevo fare un po’ di fuori giri per migliorare la condizione. Mancava poco al traguardo, la Ineos aveva appena fatto il forcing ed era il momento giusto per provare. Pur sapendo che il ritmo era troppo alto per fare la differenza, volevo assecondare le sensazioni e provare”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Fabio Aru è pronto per la Freccia Vallone. Le dichiarazioni