Napoli, la voglia di vincere che mancava

Pubblicato il autore: Francesco Moscato

Napoli's goalkeeper Pepe Reina celebrates the victory at the end of the Italian Serie A soccer match SSC Napoli vs FC Inter at San Paolo stadium in Naples, Italy, 30 November 2015. ANSA/CIRO FUSCO

 

Il Napoli ieri ha battuto l ‘inter, e si è stanziato al primo posto. Chi lo poteva pensare dopo il pessimo inizio di stagione in serie A della formazione di Maurizio Sarri? Solo 2 punti in 3 partite. Bene, dopo la gara d’Europa League col Bruges, gli azzurri, hanno messo il diesel, e non si sono fermati più. Solo una sconfitta in campionato, poi 9 vittorie e 3 pareggi. Le candidate al Tricolore tutte sconfitte, in attesa della Roma, tra due settimane al San Paolo. Eppure, in tv, si pensa più alla sconfitta dell’Inter, che al trionfo, sofferto del Napoli. Perché? Strano, ma vero. Il Napoli, nonostante l’uomo in più, non ha gestito al massimo la gara, ma ciò che salta agli occhi, è quella mentalità di vincere, che forse mancava negli anni scorsi. E poi, un Reina, in più che l’ha salvato. L’Inter, negli ultimi venti minuti, ha tentato di arrivare al pareggio, e i soliti esperti, dicono che è stata la miglior gara dei nerazzurri. Sarà. Intanto, non si dà merito ai partenopei, bensì alla sfortuna dell’Inter. Ma chi scende in campo? Solo una squadra? Critiche da ogni parte d’Italia, da parte dei tifosi azzurri, delusi, da questo trattamento particolare, che non dà risalto alle qualità della squadra, alla forza di volontà, e neanche al lavoro di Sarri. Un merito, minimo, c’è?

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Benevento-Ascoli, streaming e diretta Tv
Tags: