Juventus, Matuidi: “Orgoglioso di far parte di questa squadra. Dybala eccezionale”

Pubblicato il autore: Stefano Scibilia Segui


La Juventus ha iniziato alla grande il campionato di Serie A. I bianconeri hanno vinto tutte le partite, l’ultima ieri nel derby contro il Torino per 4-0, confermando un grande momento di forma e una coesione forte da parte di tutto l’organico bianconero. Uno dei protagonisti principali di queste grandi prestazioni è sicuramente Blaise Matuidi, che è arrivato in questa stagione dal Psg, rivelandosi uno dei migliori colpi di mercato dei bianconeri.

Il giocatore dopo la vittoria nel derby contro il Torino ha fatto la sua analisi del match ai microfoni di Sky Sport: “E’ stata una partita giocata bene dal primo al novantesimo minuto. Il derby dà sempre grandi motivazioni, e vincerlo ha un sapore particolare”. Il primo derby con la Juventus non poteva essere ricordato in modo migliore dal francese, con una schiacciante vittoria per 4-0, ma dopo aver parlato dell’incontro di ieri, Matuidi si è anche soffermato sulla partita di Champions League di mercoledì prossimo, nella quale la squadra di Allegri dovrà affrontare l’Olympiakos: “Abbiamo acquisito sicurezza e dobbiamo continuare così: sarà molto importante vincere in casa, anche se sappiamo che in Champions non ci sono partite facili”.

Matuidi già dalla scorsa stagione aveva avuto dei contatti con la Juventus, che provato a portarlo a Torino già da allora, trasferimento che poi non si è concretizzato per il mancato accordo tra la sua ex squadra, il Paris Saint Germain e la stessa Juventus. A tal proposito il francese rivela: “avevo già avuto contatti con la Juventus l’anno precedente, ma per una serie di ragioni, il trasferimento non si era concretizzato. Come si dice: meglio tardi che mai, oggi sono qui, sono molto contento e spero di restare qui a lungo. Scegliere è stato naturale, perché la Juventus è un club a livello mondiale, una squadra che ha vinto tanto e che ha ancora tanto da vincere, e me ne avevano parlato tanto i compagni di Nazionale, come Era e Pogba, oltre al mio ct Deschamps. Mi sto adattando bene, sono stato accolto nel migliore dei modi e sono orgoglioso di fare parte di questo gruppo. Capivo già un po’ di italiano e questo mi ha reso tutto più facile, anche per capire le indicazioni dell’allenatore e i consigli dei compagni.”

Il francese successivamente si è soffermato sulla sua filosofia di gioco e di vita: “la cosa più importante non è parlare ma dimostrare ciò che si sa fare sul terreno di gioco e dare il massimo per la squadra. La mia vita è così, anche in famiglia con i miei bambini, credo che la semplicità sia la cosa più importante“.
Infine Matuidi ha parlato dei due attaccanti argentini della Juventus: Dybala è un grande giocatore, uno dei migliori al mondo ed è una fortuna per noi avere un compagno così eccezionale: spero che possa continuare così. Higuain, come ogni attaccante, ha bisogno di segnare, ma fa parte della carriera di ogni calciatore avere dei momenti in cui si segna di meno. Sicuramente segnerà tanto anche in questa stagione, aiutandoci a raggiungere i nostri obiettivi”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Serie D, Casertana-Nola 2-1: Mansour decide il derby allo stadio Pinto