Il derby è giallorosso – Ferretti toglie il velo alla sua Roma che batte la Lazio 4 a 2

Pubblicato il autore: SuperNews Lega Calcio a 8 Segui

Un appuntamento epocale quello che inaugura la nuova “casa del Calcio a 8” del circolo Green Club. Dopo l’ultimo datato 6 Febbraio 2013, torna i derby Roma-Lazio anche nella Lega. E la Roma riparte da dove si era fermata quattro anni fa, portando a casa la prima nel nuovo campo e battendo la Lazio. Meglio di così…

SFIDA TOTALE – A qualunque livello nella capitale il mondo giallorosso e quello biancoceleste sono incompatibili, in guerra perenne. Il derby era dunque il modo migliore per dare il via alla nuova Serie A della Lega Calcio a 8. Ma Roma e Lazio, accesissime rivali, hanno anche diversi tratti comuni: solidità, esperienza, voglia di sorprendere. La solidità della società, rappresentate dai due presidenti, Michele Villani, ‘colonna portante‘ della Lega, e Andrea Maria Liguori, giovane e ambizioso, che al primo anno di presidenza ha portato una promozione (cercata invano nelle precedenti stagioni con altre gestioni) e la Coppa Italia di Serie A2. L’esperienza sulle panchine, con mister Massimiliano Ferretti  (alla prima in Lega, ma ma già leggenda ovunque si sia giocato a Calcio a 8 nella Capitale) contro Alessandro Benedetti (Panchina d’Oro Serie A2 2016/2017).

Leggi anche:  Inter, Conte non vuole scherzi: vincere a Udine per sognare l'aggancio in vetta al Milan

REGNA IL BEL GIOCO – Se le premesse erano delle migliori, le emozioni del campo hanno superato le aspettative: le squadre hanno dato vita ad una battaglia vera, con giocate importanti da una parte e dall’altra, il tutto in un’atmosfera calda per i tanti tifosi giunti ad assistere al match. E i protagonisti hanno onorato al meglio il campo: da una parte Mosciatti e Macri in avanti, ma anche il duo PaolielloCortese dietro che ha dato alla Roma “un’insolita solidità difensiva“, dall’altra Palmieri, Pentassuglia ed i nuovi arrivati (ma già inseriti al meglio) Severini e Gimelli. Menzioni speciali si meritano Ech Chouby e Mariani, due giovani attaccanti andati entrambi in gol e preziosissimi nei continui ripiegamenti difensivi.

E’ SOLO LA PRIMALa Roma la spunta probabilmente grazie ad un primo tempo in cui ha  imbrigliato bene la Lazio, lasciando costruire gioco agli uomini di Benedetti ma ripartendo in velocità sfruttando al meglio le fasce. E’ solo la prima ma si sono avute già indicazioni importanti: la creatura di Villani è ambiziosa e pronta a insidiare tutte, la squadra biancoceleste, anche se neopromossa, non sarà da meno.

Leggi anche:  Dove vedere Lazio-Milan Primavera: streaming gratis e diretta tv?

IL MIGLIORE IN CAMPO | ECH CHOUBYNon era facile svettare in una serata in cui di giocatori “top” se ne son visti tanti. La giovane ala sinistra della Roma è riuscita nell’impresa non esattamente facile di oscurare – per una notte – anche il suo compagno che agisce sulla destra. Seferi sarà però solo contento di aver trovato uno molto simile a lui: veloce, difficile da fermare quando scatta, pronto a sterzare verso la porta dove sa finalizzare. Gli avversari della Roma dovranno stare attenti anche alla fascia sinistra, perchè, tra le tante ‘new entries’, Ech Chouby ha deciso che l’emozione del debutto non era roba sua.

Segui qui il campionato della Lega Calcio a 8

  •   
  •  
  •  
  •