Milan-Genoa 0-0, risultato inutile ed occasione sciupata per entrambe

Pubblicato il autore: antoniofight Segui

Il Milan impatta 0-0 contro il Genoa sprecando l’ occasione ghiotta di rilanciarsi in classifica peraltro lasciando delusi i tifosi giunti allo stadio per sostenere la squadra rossonera.Forse l’ episodio che ha compromesso l’ andamento dell’ incontro è da ricercarsi nell’ espulsione di Bonucci che ha lasciato il Milan in 10 permettendo così al Genoa di essere in superiorità numerica e di poter controllare meglio le azioni dei rossoneri, infatti a seguito di una punizione e con il Milan in azione d’ attacco Leonardo Bonucci , probabilmmente spinto da Rosi , lo strattona con una gomitata per staccarselo di dosso e lo fa cadere e pertanto al venticinquesimo minuto riceve un cartellino rosso lasciando la squadra in inferiorità numerica per i successivi settanta minuti di gioco.
Ma andiamo alla cronaca, il Milan si presenta alla gara con il modulo 3-4-3 tutto offensivo ed all’ inizio dell’ incontro la formula sembra funzionare con tre azioni al secondo di Nicola Kalinic, al quinto di Lucas Biglia ed al sesto di Fabio Borini che impegna il portiere Mattia Perin in una strepitosa parata con la quale manda la palla in calcio d’ angolo strappando gli applausi degli spalti.Nei minuti successivi è sempre il Milan che attacca ma al momento di concretizzare le azioni i giocatori rossoneri sono molto imprecisi con tiri che vanno molto al lato e vengono sparacchiati in maniera velleitaria.

Leggi anche:  Probabili formazioni Cagliari-Milan: per Di Francesco e Pioli tanti indisponibili

Per vedere la prima azione del Genoa bisogna aspettare il sedicesimo quando Andrey Galabinov si vede respingere un tiro da un difensore che salva in angolo e quest’ ultimo è senza conseguenze.A questo punto al venticinquesimo la svolta dell’ incontro con Rosi che si rende colpevole di un paio di colpi proibiti e nel secondo viene atterrato da Leonardo Bonucci che viene puntualmente espulso dall’ arbitro, a questo punto con un uomo in meno il modulo del Milan passa a 4-2-3 mentre il Genoa continua a proporre quello iniziale 3-5-2 con il quale riesce ad ostacolare efficacemente le azioni conclusive del Milan impreciso tanto con Rodriguez quanto con Kessie che vengono parati dal portiere Perin mentre ad un minuto dal termine del primo tempo è il Genoa che si rende pericoloso con un colpo di testa, su cross in area ,di Luca Rigoni che impegna Gianluigi Donnarumma in una parata fondamentale per mantenere il risultato.

Leggi anche:  Napoli, allarme Petagna: trauma al polpaccio per l'azzurro

Nella ripresa Giacomo Bonavventura per il Milan è il protagonista della prima azione offensiva  proseguita con il successivo calcio d’ angolo senza conseguenze, mentre Andrea Bertolacci per il Genoa si rende protagonista di un rapido tiro al cinquantaseiesimo dal limite dell’ area che fortunatamente per il Milan è indirizzato fuori.Seguono due azioni del Genoa con Veloso ed Izzo ma quella più pericolosa è di Kessie per il Milan al sessantacinquesimo che manda fuori a destra di pochi centimetri con un tiro dalla media distanza.Poi altri due tentativi per il Milan con Suso al settantacinquesimo e Cutrone al novantesimo ma il risultato non cambia e l’ arbitro dopo tre minuti di recupero manda tutti negli spogliatoi.
Per il Milan di Montella un’ occasione sciupata per avanzare in classifica trovandosi di fronte un avversario che ha condotto una mediocre partita di contenimento e ha conquistato un punto che appare come un brodino in attesa di tempi migliori.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,