‘Habemus’ l’anti Cotton: la Roma Green Club pone fine alla striscia record di vittorie dei campioni

Pubblicato il autore: SuperNews Lega Calcio a 8 Segui

Massimiliano Ferretti riesce a neutralizzare l’attacco del Cotton Club (grazie anche al solito super Manuel Opara) e compie l’impresa: vince 1 a 0 contro una squadra che non lasciava punti sul campo dal 21 ottobre 2016 e non perdeva addirittura dal 19 settembre 2016, praticamente un’epoca fa…

SFIDA AL VERTICE – Sarà un torneo dilettantistico, ma per chi lo vive e lo racconta le storie di questi giocatori sono belle e avvincenti come quelle dei professionisti. Il monday night del Circolo Empire ci regalava una sfida di vertice, già di per sé interessante perché i 3 punti avrebbero significato per una delle due contendenti la vetta solitaria. Tra l’altro era una sfida tra le uniche due formazioni tra le magnifiche 11 già ‘scudettate’, il Cotton nelle ultime 3 stagioni, la Roma nel lontano 2008/2009. Per i ragazzi di Giuseppucci c’era poi da coronare un record incredibile: un anno di sole vittorie, perché risaliva al 21 novembre 2016 il 3 a 3 contro il Cottini Staibano Gomme, ultima volta in cui Zamperini & co si erano concessi il lusso di lasciare punti agli avversari.

LA STORIA SIAMO NOI – Ma la serata è stata tutta della Roma Green ClubFerretti ha studiato a lungo gli schemi dei campioni e con una partita di sacrificio (richiesto e ottenuto da tutti i suoi uomini) è riuscito a neutralizzare il gioco veloce del Cotton permettendo solo lanci lunghi sui quali Le Fevre Barbarella potevano far poco. Su quel poco fatto, ci ha pensato Manuel Opara a metterci il suo guanto d’oro mentre Andrea Macrì ha il merito di averci creduto, regalando con il suo destro la vittoria ai suoi. E allora tocca scavare più a fondo, negli archivi del torneo per cercare l’ultima sconfitta del Cotton Club. Risale ad una calda serata di settembre 2016, il 19, quando il fulmineo sinistro di Simone Mirante (ora infortunato ma prossimo rinforzo della Lazio C8) permetteva al Testaccio di battere sempre per 1 a 0 gli uomini di Giuseppucci ed alzare la Supercoppa 2015/2016. Praticamente un’epoca fa: nella stanza ovale della Casa Bianca sedeva Obama, a Palazzo Chigi c’era un Matteo Renzi impegnatissimo nella campagna referendaria per la riforma costituzionale, c’era già chi organizzava la trasferta in Russia per andare a seguire l’Italia al mondiale, il presidente del Milan era Silvio Berlusconi, i romanisti si dividevano tra quelli che volevano Totti in campo e gli altri che davano ragione a Spalletti, il Leicester di Claudio Ranieri iniziava l’avventura in Champions League…

COSA RIMANE – E adesso viene il bello: la serata sarà stata epocale ma cerchiamo quanto possibile di tornare con i piedi per terra: perché già alla prossima giornata gli equilibri potrebbero cambiare con la Roma che riceve in casa il temibilissimo Atletico Tormarancia, mentre il Cotton farà visita alla Goldbet in quella che è tradizionalmente chiamata la sempre finale. Tra l’altro gli uomini di Giuseppucci rimangono a meno 3 dalla vetta ma con una partita in meno della Roma, avendo già osservato il turno di riposo. E poi, se l’impresa della Roma passa alla storia, questa va anche a mettere il punto su una leggenda: quella dell’imbattibile Cotton. 32 vittorie consecutive (tenendo conto dei match di regular season, playoff, Coppa Italia e Supercoppa), addirittura 41 risultati utili consecutivi. E ovviamente tre trofei alzati. E’ tutt’altro che la fine: il Cotton rimane la favorita anche con un’antagonista importante ed è comunque entrata nella storia. Ed è una storia che per noi vale come quella del Milan degli ‘invicibili’ di Capello, come l’Arsenal del 2003/2004. Ora anche la Lega ha la sua formazione da record.

Segui qui il Campionato della Lega Calcio a 8

  •   
  •  
  •  
  •