Napoli – Juventus: Higuain prepara la sorpresa

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

Higuain disponibile?
Gonzalo Higuain sarà davvero assente Venerdì contro il Napoli?

In molti si stanno domandando se l’attaccante argentino sarà della partita Venerdì 1 Dicembre al San Paolo, quello che è stato il suo stadio per ben tre anni dalla stagione 2013/2014 a quella 2015/2016, che lo ha visto protagonista di grandi prodezze le quali gli hanno consentito di collezionare ben 91 reti complessive, con l’apice raggiunto proprio l’ultimo anno in cui mise a segno ben 36 reti in 35 partite siglando così il record di segnature in un’unica annata da quando è stato istituito il girone unico nel Campionato Italiano (1929/1930).

Higuain sembrerebbe che abbia contratto l’infortunio Sabato scorso durante un allenamento in occasione del quale è stato vittima di un pestone da parte del “principino” Marchisio (centrocampista della vecchia signora), che gli ha provocato la rottura del terzo metacarpo della mano sinistra prontamente operato presso la clinica Sede Sapientiae, zona San Severo (Torino),dal dottor Loris Pegoli e il professor Roberto Rossi del J Medical alla presenza del professor Claudio Rigolo, medico del club, affinché gli venisse ridotta e sintetizzata la frattura contratta. Già Domenica sera contro il Crotone il Pipita era stato costretto alla panchina con un vistoso tutore che gli proteggeva la mano infortunata in quanto avvertiva un dolore anomalo che progressivamente aumentava, il quale poi si è mostrato celare questa frattura. Subito dopo l’operazione l’argentino veniva da tutti dato per sicuro escluso in vista del match di Venerdì, ma con il passare dei giorni sembrerebbe esserci uno spiraglio sempre più consistente affinché i tifosi della Juventus possano vederlo in campo già per la tanto attesa trasferta di Napoli.

Una ragione in più per cui i tifosi bianconeri dovrebbero essere ottimisti è la presenza di precedenti, simili a quello che vede ora come protagonista il Pipita, in cui i giocatori riuscirono a recuperare in maniera repentina dall’infortunio. Si pensi a Kevin-Prince Boateng, attuale giocatore del Friburgo con dei trascorsi al Milan, quando militava nella società milanese ebbe modo di recuperare in un periodo si di 15 giorni (in questo caso insufficienti), ma di mezzo c’era la sosta per le Nazionali; infatti con i dovuti accorgimenti si potrebbero effettuare degli strappi alla regola, certo molto dipenderà da come reagirà la mano del giocatore all’operazione. Infatti se questa si dovesse sgonfiare e non dovesse  provocare più alcun tipo di dolore ad Higuain, ecco che la probabilità di vederlo in campo contro la sua ex squadra sarebbe importante.

Tra le dichiarazioni di questi giorni, dobbiamo evidenziare quelle del Dottor D’Ascola che ha affermato :”Marc Marquez subì un infortunio simile e dopo una settimana era già in pista e il calcio non è certo uno sport pericoloso come le moto”. Da sottolineare anche le dichiarazioni del Direttore Generale nonché Amministratore Delegato bianconero Beppe Marotta il quale si è pronunciato così in occasione di un’intervista rilasciata al Gran Galà del calcio :”Ci sarà con il Napoli? Una presenza, seppur difficile, non è da escludere, magari partendo dalla panchina. Tutto dipenderà dai tempi di recupero e dalla possibilità di giocare con un tutore. L’argentino è motivato, non vuole mancare”.

Il Pipita invece dopo l’operazione ha twittato :” Buongiorno a tutti volevo dirvi che l’operazione è andata molto bene”. Aggiungendo poi delle dichiarazioni “velenose” ai suoi haters quali :” Poi ci sono quelli che ti augurano il peggio per il semplice fatto di giocare a calcio senza conoscere nulla di te né della tua vita e questa classe di gente non si merita il mio rispetto né di nessuno”.

In conclusione possiamo affermare con certezza che Allegri farà di tutto per averlo a disposizione almeno per la panchina, d’altronde sarebbe una sicurezza per l’allenatore toscano sapere di avere a disposizione una simile carta da giocarsi, per lo meno a partita in corso, qualora le cose non dovessero andare per il verso giusto. Poi chissà magari il Pipita prepara la sorpresa. D’altronde la convocazione c’è stata.

  •   
  •  
  •  
  •