Il Torino ricorda la Chapecoense, contro l’Atalanta in maglia verde per beneficenza

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

Torino ricorda la Chapecoense

Un anno fa, nello specifico il 28 Novembre 2016, i passeggeri del volo LaMia Airlines 2933  hanno vissuto il momento più terribile della loro vita, per molti di loro purtroppo fatale. Tra questi erano presenti dei giocatori e dirigenti di una squadra di calcio brasiliana: stiamo parlando della Associação Chapecoense de Futebol. Questa è una società con sede a Chapeco un comune del Brasile nello Stato di Santa Catarina che milita nel Brasileirao nonché nel campionato Catarinense (campionato di calcio dello stato di Santa Caterina in Brasile organizzato dal 1924 dalla Federação Catarinense de Futebol).

Il Torino Football club, meglio noto come Torino, ha deciso di commemorare la Chapecoense in occasione del match che lo vedrà protagonista il 2 Dicembre allo stadio Olimpico Grande Torino contro l’Atalanta nella sfida valevole per la 15° giornata di Serie A. Il patron del Toro Cairo ha deciso di mantenere la promessa fatta al presidente della Chape  Plínio David de Nês, facendo realizzare una maglia speciale che riprenda i colori della società brasiliana.

Leggi anche:  Chiarimento Conte - Maresca: si va verso una squalifica non superiore alle due giornate

Tutto il Torino FC ci tiene a sottolineare inoltre che si tratta di :” una maglia, prodotta in edizione limitata di 1500 esemplari, che poi verrà venduta e parte dei proventi verranno devoluti dal Torino FC, dal Granata Store e dalla Kappa alle famiglie della sciagura aerea. Per non dimenticare, per essere concretamente vicini. Toro e Chape, uniti nel destino, sempre amici”.

TORINO E CHAPECOENSE DESTINO COMUNE

D’altronde come dimenticare la strage che colpì nel lontano 4 Maggio 1949 il Grande Torino dove persero la vita 31 persone, e che vede oggi come unico superstite (dopo la morte di Renato Gandolfi secondo portiere di quella strabiliante squadra) l’ex difensore Sauro Tomà, il quale non prese parte a quella trasferta per via di un infortunio. Delle volte il destino è davvero strano. Il fato ha deciso di accomunare queste squadre non per i successi sportivi come spesso accade, ma per una tragedia. Il Grande Toro quel giorno di Maggio faceva ritorno da Lisbona dove la squadra era andata ad affrontare un’amichevole contro il Benfica in quanto il presidente della squadra lusitana era in difficoltà economica; d’altronde il calcio è anche questo, c’è di più di un semplice pallone un campo di gioco e delle porte, c’è passione, c’è empatia, ci si aiuta nei momenti di difficoltà, anche se forse questo aspetto appartiene al passato. La Chapecoense invece il 28 Novembre del 2016 si stava apprestando a giocare la finale della Copa Sudamericana ( un torneo internazionale per club annualmente organizzato dalla CONMEBOL) contro i colombiani dell’Atletico National, quando è stata coinvolta nella tragedia aerea avvenuta presso la città colombiana di Medellin a causa di quella che si può definire  una sciocchezza; infatti all’inizio si parlò di un guasto tecnico, ma alla fine si scoprì che a causare la caduta dell’aereo fu il carburante banalmente terminato. Di quella tragedia sono 6 i superstiti tra cui Hélio Hermito Zampier Neto (noto semplicemente come Neto), Jackson Ragnar Follman e Alan Luciano Ruschel, e ben 71 le vittime. In seguito la CONMEBOL, come riconoscimento per la tragedia che ha colpito la Chape, ha deciso di assegnare ad honorem la Copa Sudamericana alla squadra vittima dell’accaduto.

Leggi anche:  Probabili formazioni Lazio-Sassuolo: le ultimissime

INIZIATIVE NEL MONDO DEL CALCIO

Nel mondo del calcio diverse sono state le iniziative per cercare di garantire a questa società di ripartire. Si possono citare su tutte  il Barcellona, la cui società in occasione del consueto Trofeo Gamper ha deciso di affontare la Chapcoense il 7 Agosto 2017 . Poi si può ricordare infine la AS Roma che il 1 Settembre 2017 ha organizzato una amichevole il cui incasso è stato devoluto alla società e alle famiglie delle persone scomparse in quella tragedia.

  •   
  •  
  •  
  •