Mertens, aria di addio al Napoli: “Dove trovi uno che segna tanto a poco prezzo?”

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

Mertens
All’ombra del Vesuvio c’è aria di addio: Dries Mertens rilascia alcune dichiarazioni che fanno tremare i tifosi partenopei, proprio nell’anno della svolta per il club di Aurelio De Laurentiis, con lo scudetto a portata di mano.
Le voci di mercato sembrano farsi più concrete e le parole del belga certamente impensieriscono: un vero e proprio talento alla ricerca di una degna collocazione in un top club con l’indole vincente.

Mertens, aria di addio al Napoli: “Dove trovi uno che segna tanto a poco prezzo?

Le dichiarazioni rilasciate da Mertens alla stampa belga fanno davvero tremare i tifosi del Napoli, che mai come quest’anno sembrano rinati. I risultati parlano chiaro: la squadra di Sarri guida la classifica della Serie A e questo per merito anche del talentuoso attaccante belga.
Nell’intervista rilasciata al giornale belga Het Laatste Nieuws, Mertens sembra abbia le idee chiare sul futuro: “Da quest’estate ho una clausola rescissoria di 28 milioni – esordisce l’attaccante partenopeo -, ma lo scorso inverno ho ricevuto un’offerta sontuosa dalla Cina: avrei guadagnato una cifra incredibile. Però, il Napoli non voleva mandarmi via ed io volevo rimanere“.
Una scelta che, a dire di Mertens, non ripeterebbe in futuro: “Proprio per questo ho voluto una clausola rescissoria nel mio nuovo contratto. Ventotto milioni di euro continua il belga – non è tantissimo per un club cinese ed anche per il Napoli è una bella somma. Questo fino a quando Neymar è andato al Paris Saint-Germain, perché da allora ventotto milioni di euro non sono niente. Sono diventato un affare. Perché dove lo trovi un giocatore che segna ventotto gol in Serie A e costa ventotto milioni. Da nessuna parte, no?

Leggi anche:  Supercoppa di Spagna, un Bilbao che non ti aspetti

Infine, Mertens parla anche dell’interessamento del Barcellona nei suoi confronti: “C’è stato un interesse del Barcellona, ma sarei stato la riserva di Messi, Suarez e Neymar“. Infine i rimpianti: “Certo, se avessi saputo che Neymar sarebbe partito – conclude il belga – Ad ogni modo dopo un anno così bello al Napoli non avevo voglia di tornare a fare panchina, neppure al Barcellona. Così ho deciso di rinnovare. Solo dopo ho saputo della cessione di Neymar al Psg“.

Sebbene Mertens stia dando il 100% per vincere con il Napoli il suo primo scudetto, le sue parole non sembrano lasciare adito a dubbi: l’attaccante belga sta guardandosi attorno, allo scopo di trovare una giusta soluzione per il prosieguo della sua carriera da calciatore. Il Napoli per lui è stato un passaggio, ora per Mertens conta farsi valere in un top club a livello internazionale.

  •   
  •  
  •  
  •