Benevento, nessuno sconto per Lucioni: squalificato un anno

Pubblicato il autore: Diletta Barilla Segui

Il sogno Serie A del capitano del Benevento, Fabio Lucioni, si è interrotto bruscamente e definitvamente oggi quando è arrivata la sentenza del Tribunale Nazionale dell’Antidoping. I giudici hanno infatti accolto le richieste del pubblico ministero e hanno squalificato il giocatore per un anno.

Lucioni era stato trovato positivo a sostanze proibite durante un controllo avvenuto al termine del match contro il Torino. Per lui è subito scattata una squalifica di 90 giorni al termine dei quali era però tornato regolarmente a disposizione dell’allenatore De Zerbi.

Si è sempre dichiarato innocente ma la sua versione non ha convinto, nonostante fosse stata avvalorata anche dal medico sociale che si è sempre assunto tutta la responsabilità per quanto accaduto. Ovviamente è arrivata in contemporanea anche la squalifica per lui ed è ancora più severa rispetto a quella del giocatore: sono 4 gli anni di stop.

Leggi anche:  Europei pallavolo maschile, l'Italia è campione d'Europa

L’udienza è iniziata alle 15 e terminata alle 16:55 con i giudici che si sono ritirati prima di emettere il loro verdetto. Durante le due ore è stato ascoltato sia Lucioni che Walter Giorgione.

Un duro colpo sicuramnete per il giocatore ma anche per la squadra. Il Benevento, infatti, sarà costretto a tornare sul mercato per sostituire il difensore. In un momento così delicato per il club, che finalmente sembrava aver ingranato la marcia giusta nella massima serie tornando a poter sperare di lottare per la salvezza, un duro colpo che non ci voleva, soprattutto per il morale.

L’avventura del capitano giallorosso in A termina prima del previsto e nel più triste dei modi. Lui però non ci sta e non ha intenzione di metter la parola fine a questa vicenda senza lottare e ha annunciato, così come Giorgione, che farà ricorso.

Leggi anche:  Mourinho ai microfoni di DAZN: "Grazie Pazzini, mi hai aiutato a vincere il Triplete"

Difendere è il suo mestiere ma, per ora, è costretto a cambiare terreno di gioco: dal campo da calcio ad un’aula di tribunale.

Foto: www.beneventocalcio.club

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: