Faiq Bolkiah, ecco chi è il calciatore del Leicester più ricco di Messi e Cristiano Ronaldo

Pubblicato il autore: Ivan Aiello Segui


Faiq Bolkiah, è un nome che ai più non dirà assolutamente nulla. Si tratta di un ragazzo bruneiano nato a Los Angeles 19 anni fa che possiede sia la cittadinanza statunitense che quella bruneiana. E’ un calciatore, di ruolo attaccante, e attualmente milita nelle giovanili del Leicester City nella Premier League inglese.

Nella sua breve carriera (il primo contratto da professionista è datato maggio 2016 proprio con il Leicester, dopo altre esperienze sempre in club inglesi tra i quali il Chelsea) non si è ancora distinto per particolari prodezze sportive dato che il suo posto è prevalentemente in panchina, ma per record e numeri di altro genere: il ragazzo in questione è, infatti, il calciatore più ricco del mondo.

Il suo nome, come già accennato, non dirà pressoché nulla (non solo agli appassionati di calcio più attenti), ma diversa è la storia se parliamo di un altro Bolkiah ben più noto, ovvero Hassanal, ovvero ancora il Sultano del Brunei, considerato dalla rivista Forbes una delle persone più ricche del pianeta con un patrimonio personale di circa 20 miliardi di dollari.

Leggi anche:  Juve Stabia-Campobasso 0-0: pareggio a reti bianche al Romeo Menti

Faiq Bolkiah, giovane riserva del Leicester, è il nipote del Sultano e anche in assenza, per il momento, di trofei, riconoscimenti, sponsor e contratti faraonici, il suo sterminato patrimonio fa impallidire i grandi paperoni del calcio mondiale: gente del calibro di Messi, Cristiano Ronaldo e Neymar, per intenderci, sono lontani anni luce.

Il ragazzo, classe 1998 e attaccante della nazionale bruneiana che ha preferito a quella statunitense, gode naturalmente di una condizione economica (personale e della famiglia) assolutamente invidiabile.
Anche il padre di Faiq, Jefri sembra che non se la passi proprio male: si narra che sia arrivato a spendere circa 35 milioni sterline al mese per orologi, auto e penne in oro bianco e che addirittura al suo cinquantesimo compleanno abbia ingaggiato Michael Jackson per una performance canora privata facendo costruire un’intero stadio per l’evento e compensando il compianto re del pop mondiale con la cifra di 14 milioni di dollari.

Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 4.a giornata: il palinsesto di Sky e DAZN

Nonostante ciò, sembra che faccia sul serio dichiarando in più interviste che quello di fare il calciatore è stato il suo sogno sin da bambino e che riuscire a coronarlo (per ora tutti i tentativi si stanno concretizzando solo in terra inglese) sarebbe la sua massima aspirazione nella vita.

  •   
  •  
  •  
  •