Inchiesta Milan, Berlusconi smentisce: “Vendita regolare”

Pubblicato il autore: Giuseppe Consiglio Segui

Prime dichiarazioni di Silvio Berlusconi dopo il terremoto mediatico creato dall’articolo tanto discusso pubblicato dal quotidiano La Stampa, a firma di Emilio Randacio, secondo cui la Procura di Milano avrebbe avviato delle indagini che svelerebbero uno scenario clamoroso dietro la grande operazione finanziaria di vendita del Milan da parte dell’ex presidente a Yonghong Li, ovvero far rientrare un grosso capitale dall’estero mascherandolo attraverso la cessione del club rossonero. Nonostante la smentita del Procuratore della Repubblica di Milano, Francesco Greco, che ha escluso procedimenti penali in questo senso, il quotidiano torinese ha nuovamente confermato l’esistenza dell’inchiesta.

Dopo le parole della figlia Marina, Silvio Berlusconi, ospite questo pomeriggio del programma televisivo Domenica Live, condotta da Barbara D’Urso, ha rilasciato le prime dichiarazioni ufficiali sulla vicenda, sostenendo che l’indiscrezione lanciata sui giornali è frutto di un complotto politico in vista delle prossime elezioni:“Durante ogni campagna elettorale che preannuncia una mia vittoria, se ne inventano di tutti i colori. La Procura di Milano, che abbiamo sempre prontamente informato nel corso delle operazioni di vendita del Milan, ha prontamente smentito quanto sostenuto dai giornali. Sarebbe stato sciocco da parte mia utilizzare un’operazione mediaticamente così importante per riportare in Italia dei capitali. Smentisco tutto nella maniera più assoluta”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Europei pallavolo maschile, l'Italia brilla e vola in semifinale